Europea 92, orgoglio Isernia: vince 3-0 con la seconda in classifica

Europea 92, orgoglio Isernia: vince 3-0 con la seconda in classifica

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

EUROPEA 92 ISERNIA – GIO’ VOLLEY APRILIA 3-0



EUROPEA 92 ISERNIA: Galazzo 4 punti, Caputo 15, Babatunde 15, Taddei 3, Muzzo 4, Bruno 12, Boffa (L), Seggiotti 1, Simeone n.e., Di Tella n.e.; all. Montemurro
GIO’ VOLLEY APRILIA: Gatta 3, Poggi 2, Gobbi 14, Liguori 13, Centi 4, Licata 2, Quiligotti (L), Peluso,Garofalo 3, Zannoni n.e.; all. Federici
ARBITRI: Capolongo e Lanza di Napoli
NOTE: parziali 25-20, 25-18, 25-20; durata set 26’, 25’, 30’; battute ace/errate Isernia 1/8, Aprilia 1/5; muri Isernia 8, Aprilia 6; cartellino giallo per proteste a Centi (16-16 – 3° set); spettatori 200 circa


ISERNIA. Vuole crederci fino in fondo alla salvezza l’Europea 92, anche quando le avversità sembrano creare ostacoli insormontabili. E così, la squadra isernina, pur priva per squalifica di capitan Monitillo (rigettato il ricorso d’urgenza presentato dal club pentro) e al cospetto della seconda forza del torneo, sfodera una prova maiuscola, annichilendo le avversarie in poco meno di un’ora e mezza di gioco e conquistando tre punti che le permettono di appaiare il Santa Teresa di Riva al quart’ultimo posto della classifica in attesa della gara che le siciliane devono disputare sul campo dell’altino, terzo n graduiatoria.

Coach Francesco Montemurro trova in Caputo e Babatunde (quest’ultima con percentuali altissime in attacco) le sue principali bocche di fuoco, con Bruno subito dietro in termini di punti, ma è tutta la squadra a girare a meraviglia e a farsi trovare compatta in mezzo al campo.
Tanto che i primi due set vanno via con estrema (ed imprevedibile, per la verità) velocità, grazie ad una battuta che crea non pochi problemi alla ricezione ospite, costretta ad un gioco scontato, e spesso falloso, alle bande, preda di una difesa impenetrabile delle padrone di casa, brave a toccare tanti palloni a muro e a contrattaccare a punto.

Terzo set più difficile per l’Europea 92 che commette qualche errore di troppo in battuta nella fase iniziale della frazione di gioco ed è costretta ad inseguire. L’Aprilia riesce ad avere un vantaggio massimo di quattro punti (11-15), ma le molisane sono brave a non demoralizzarsi e pian piano recuperano, trovando il pareggio sul 16-16. Ancora un break per le laziali (16-18), ma l’Isernia è in partita e rimonta subito (18-18). Sul 21-20 l’ormai consueta mossa di Montemurro che manda in battuta la Seggiotti (per la Taddei) per sfruttare anche le sue abilità in difesa e le molisane allungano, con la stessa palleggiatrice a chiudere l’incontro con un servizio vincente.

Camillo Pizzi

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: manda ISCRIVIMI al numero 3288234063

Privacy Policy