Campobasso, giornata nera: sconfitta 3-0 in casa, scatta la contestazione

Campobasso, giornata nera: sconfitta 3-0 in casa, scatta la contestazione

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Lupi dominati, fallito anche un rigore da Improta


CAMPOBASSO. Fischi nel finale, contestazione dei tifosi davanti ai cancelli. Questo il frutto di una domenica nera per il Campobasso che al Romagnoli soccombe per 3 a 0 con il Forlì. Che la giornata non fosse propizia si vede subito. Dopo solo 10 minuti arriva il rigore in favore dei romagnoli: fallo dubbio di D'Orsi, sul dischetto si porta Ambrosini che gonfia la rete. Si attende una reazione da parte del Campobasso, ma così non è.

Nella seconda frazione di gioco Improta in contropiede si ritrova a tu per tu con il portiere, ma il suo tiro viene bloccato dal palo. Dall'ipotetico pareggio si passa al raddoppio dei biancorossi che con Cortesi mettono in ghiaccio la partita. Il Campobasso sparisce dal campo e il Forlì ne approfitta. Il 3 a 0 è firmato ancora Ambrosini e per i galletti è festa grande al Romagnoli. Emblema della giornata da dimenticare è il rigore calciato sulla traversa da Improta che getta sale sulla ferita aperta. Al triplice fischio finale si ascolta il rumore assordante dei fischi, contestazione che durerà anche fuori lo stadio con mister Mandragora e la squadra chiamati a rapporto dalla tifoseria.

"Onorate la maglia" le parole indirizzate alla squadra, che adesso avrà una settimana lunghissima davanti a sé prima di tornare in campo domenica prossima a Jesi.

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale

Privacy Policy