Isernia Fc, Mario Mariani vuole lasciare l'incarico di presidente

Valutazione attuale: 3 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella inattivaStella inattiva
 

Il numero uno del club biancoceleste ha comunicato, tramite una pec inviata all'indomani del derby col Campobasso, di essere intenzionato a dimettersi. Fulmine a ciel sereno per la società che ha chiesto l'assemblea del direttivo per gli ulteriori passaggi formali. La riconsegna del mandato dovrà essere accettata e ratificata dal Consiglio dopodiché, eventualmente, bisognerà individuare una nuova figura.  Dirigenza, staff tecnico e squadra al lavoro per la delicata partita con la Vastese con la testa solo al campo. Intanto il comitato d'ordine e sicurezza pubblica, riunitosi in Prefettura, ha dato il via libera all'arrivo di 150 tifosi ospiti.


di Valentina Ciarlante

ISERNIA. Lo aveva detto tempo fa, ma era tornato sui suoi passi più convinto di prima nel sostenere la causa. Ora, invece, sembra determinato a mollare, pur continuando a sponsorizzare il team. Mario Mariani, dopo anni di calcio nel Macchia prima e nell'Isernia poi, vuole lasciare l'incarico di presidente del sodalizio biancoceleste e stavolta lo ha comunicato ufficialmente attraverso una pec inviata all'indirizzo e-mail del club. Alla base di questa scelta ci sono esclusivamente motivi personali, ma per adesso il diretto interessato non vuole dare altre spiegazioni con dichiarazioni pubbliche.

Una presa di posizione che ha rappresentato un duro colpo per la società, considerando che è arrivata in un momento delicato, viste le due sconfitte consecutive rimediate dalla squadra nel derby col Campobasso domenica e col Notaresco mercoledì scorso, nel turno infrasettimanale. Peraltro proprio calciatori e staff tecnico stanno cercando di mantenere la concentrazione, in quanto domenica c'è la gara con la Vastese.

Occasione troppo importante poiché necessaria a riprendere il cammino verso la salvezza. Insomma una partita in casa, contro un avversario alla portata, che non si può steccare. La notizia dell'addio di Mariani non deve creare tensioni. Almeno questo è il concetto che la dirigenza sta cercando di far passare, anche perché per l'ufficialità si dovrà attendere la riunione del consiglio direttivo.

Change privacy settings