L'Isernia Fc riprende il campionato col sorriso: buon pari con la Sangiustese

L'Isernia Fc riprende il campionato col sorriso: buon pari con la Sangiustese

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

I pentri confermano di esaltarsi con le grandi e tornano dalle Marche con un punto che muove la classifica. Il match terminato 1 a 1 ha visto subito andare in vantaggio i biancocelesti col difensore Lenoci, al suo primo gol con la nuova maglia. Cerone dopo pochi minuti ha riportato i giochi in parità. Esordio con pochi scampoli di partita per gli ultimi arrivati Schena e Maresca. Mercoledì turno infrasettimanale al Lancellotta con la Recanatese


di Valentina Ciarlante

MONTE SAN GIUSTO. Un punto che muove la classifica, ma che soprattutto fa morale. L'Isernia Fc ancora una volta stravolge il pronostico di una gara che la vede impegnata con una 'grande' e riesce a ottenere un pareggio che infonde ottimismo. Contro la Sangiustese, terza in classifica e squadra di alto livello, i ragazzi di mister Silva hanno mostrato un buon gioco e di voler continuare a dare battaglia nel girone di ritorno. Il trainer, del resto, punta sempre sull'aspetto caratteriale per colmare il gap tecnico con le avversarie. Ottima la prova del difensore Lenoci che in poco tempo è diventato un punto di riferimento e che oggi ha trovato il primo gol in maglia biancoceleste. Bene anche le altre due new entry Schena, in campo per una ventina di minuti e Maresca che invece ha avuto poco tempo per farsi notare.
La squadra di Senigagliesi ha trovato un'avversaria che gli ha impedito di tornare a vincere in casa e ora ci si prepara al turno infrasettimanale.
Mercoledì allo stadio Lancellotta alle 14,30 ci sarà l'impegno con la Recanatese

Il tabellino

SANGIUSTESE 1
ISERNIA FC 1

SANGIUSTESE (4-2-3-1): Chiodini, Shiba, Santagata (64' De Reggi), Perfetti, Patrizi, Moracci, Cheddira, Camillucci, Pluchino (57' Tizi), Cerone, Argento (78' Kamara)
Allenatore: Stefano Senigagliesi
ISERNIA FC (3-5-2): Tano, Lenoci (77' Di Lonardo) Capuozzo, Frabotta, Barretta, Cacic, Douglas (70' Schena), Fazio, Romano (65' Petitti), Iaboni, Ciccone (86' Maresca)
Allenatore: Massimo Silva
Arbitro: Angelo Tomasi di Lecce
Assistenti: Federico Linari di Firenze e Carmine De Vito di Napoli
Reti: 4' Lenoci (I), 16' Cerone (S)
Note: spettatori 250 circa con una rappresentanza ospite; ammoniti Iaboni (I), Camillucci (S), Santagata (S)

LA CRONACA. Contro ogni previsione mister Silva non butta nella mischia da subito i nuovi arrivati Schena e Maresca (che però entreranno in corsa) e si affida alla formazione tipo degli ultimi tempi. Scelta diversa invece per Senigagliesi che può contare su bomber Cheddira e sui rinforzi Cerone e Argento arrivati nel mercato dicembrino.
Pronti via e l'Isernia va subito in gol con Nicolas Lenoci. Il difensore al 4' minuto beffa la retroguardia della Sangiustese dribblando ben tre giocatori e lanciando un missile che dalla destra si infila all'incrocio dei pali. L'ex Gravina insacca così l'1 a 0.
È una grossa iniezione di fiducia questa per gli ospiti che, al cospetto della terza della classe del girone F, non mostrano alcun timore reverenziale, com'era accaduto nella fase di andata con Cesena e Matelica.
Insiste l'Isernia e con Fazio che ci prova dalla distanza, ma Chiodini blocca in due tempi. Al 14’ progressione per vie centrali di Perfetti, palla a Cerone che trova sulla destra Argento. Il suo tiro al volo termina alto sulla traversa. L'occasione buona arriva al 16' il centrocampista ex Avezzano Federico Cerone spinge in rete con un tiro in diagonale la palla rimbalzata sui suoi piedi dopo il palo colpito da Argento. Ed è 1 a 1 allo stadio comunale Villa San Filippo di Monte San Giusto.
I pentri reagiscono con un doppio contropiede al 25'. Nel primo caso la palla finisce al lato e nel secondo attraversa pericolosamente l'area di rigore di casa per poi spegnersi fuori. La Sangiustese va vicina al raddoppio sul finale di primo tempo con la velenosa punizione tirata da Cerone. Tano si invola e agguanta la sfera. Gli ultimi minuti sono ad appannaggio del team di Senigagliesi che tenta senza successo l'assalto alla porta biancoceleste.
Stanchezza e poche chance da una parte e dall'altra nella ripresa. L'Isernia riesce a tenere bene il campo e ad arginare le incursioni di Cheddira e soci che partono bene con un forte tiro di Santagata.
La risposta è di Iaboni: al 59' ci prova dalla distanza ma non trova la porta e dopo sei minuti, da calcio piazzato, spedisce la sfera in cielo. Subito dopo ancora Cerone sfiora il gol: la sfera fa la barba al palo.
Al 79' si vede l'attaccante isernino Antonio Petitti, subentrato a Romano, con un traversone insidioso e sul finale di partita sono Albino Fazio e la punta Antonio Schena a impegnare Chiodini.
I cinque minuti di recupero concessi dall'arbitro non regalano alcuna emozione in più e il match termina sull'1 a 1.


Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale

Privacy Policy