Volley, l'Europea 92 soffre ma vince al tie-break

Volley, l'Europea 92 soffre ma vince al tie-break

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Le isernine si impongono 3-2 con il Sant'Elia Fiumerapido (GUARDA LA FOTOGALLERY DI PINO MANOCCHIO)


EUROPEA 92 ISERNIA - ASSITEC 2000 SANT’ELIA FIUMERAPIDO 3-2

EUROPEA 92 ISERNIA: Guarino, Modestino, Ragone, Miotti, Carlozzi, Taddei, Alikaj, Delfino, Simeone, Babatunde, Boffa (L); all. Montemurro
ASSITEC 2000 SANT’ELIA FIUMERAPIDO: Murri, Battaglini, D’Arco, Michelini, Gatto, Miceli, Bottarelli, Giglio, Olleia, Afeltra, Zannoni (L1), Krasteva (L2); all. D’Amico
ARBITRI: Sorrentino e Mancuso di Salerno
NOTE: parziali 25-23, 15-25, 24-26, 25-17, 15-12; cartellino giallo per proteste a Carlozzi (2-1 quarto set)

ISERNIA. “Oggi dobbiamo essere contenti dei due punti conquistati, perché sono arrivati al termine di una brutta partita, giocata male da noi, anche perché in settimana non abbiamo avuto modo di prepararla al meglio a causa dei diversi problemi fisici che hanno afflitto le nostre atlete”. Vede il bicchiere mezzo pieno coach Francesco Montemurro al termine della partita vinta dall’Europea 92 contro il Sant’Elia Fiumerapido al tie-break, come all’andata.

Una prestazione incostante, quella delle isernine che, nel primo set, sono partite forti, consentendo però alle avversarie di rientrare, complice anche l’innesto della Miceli (una delle tre “ex” con Murri ed Afletra), ma di cedere nel finale. Nel secondo parziale salta la ricezione delle padrone di casa con le laziali che hanno vita facile. Anche nella terza frazione di gioco il Sant’Elia sembra poter gestire il gioco a piacimento, ma con pazienza l’Europea 92 riesce a rientrare, cedendo, però, poi ai vantaggi.

Nel quarto set altro cambio di fronte, con le padrone di casa che questa volta dettano legge e con determinazione conquistano l’incontro al tie-break.

Il quinto set parte in equilibrio, prima della fuga delle ciociare (3-6); Isernia rientra e sorpassa prima del cambio di campo (8-7); ancora una fase di equilibrio rotto da Carlozzi e compagne che allungano e vanno a giocarsi ben quattro match point (14-10), al terzo del quale si chiude la gara.

Camillo Pizzi

Guarda la fotogallery di Pino Manocchio

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale

 

Privacy Policy