Scontro diretto fallito: Isernia piegata 2 a 0 dalla Jesina

Scontro diretto fallito: Isernia piegata 2 a 0 dalla Jesina

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

I biancocelesti sono stati dominati nettamente non riuscendo mai a farsi pericolosi. Marchigiani più determinati e in palla in gol con Nonni e Cameruccio. I risultati della altre pretendenti alla salvezza lasciano immutata la classifica dei pentri e domenica c’è il derby col Lupo a Campobasso


Di Valentina Ciarlante

JESI. Lo smalto dei battaglieri isernini oggi non risplendeva allo stadio Carotti di Jesi. Anzi. I ragazzi di Silva, con la complicità della stanchezza dovuta a un periodo pieno di partite delicate, hanno mostrato più di qualche passo indietro rispetto agli ultimi impegni.
L'Isernia Fc non ha prodotto palle gol nei 90 minuti della 25esima di campionato ed è consapevole che il passivo poteva essere ancora più pesante del 2 a 0.
I risultati delle altre non cambiano più di tanto la classifica, che comunque resta deficitaria. Per salvarsi bisogna fare di più a iniziare da domenica.
Jesina Isernia 3 febbraio 2019 IaboniIl 10 febbraio è in programma il derby col Campobasso e il pronostico è tutto a favore di un Lupo che ha il vento in poppa.
I prossimi giorni quindi saranno fondamentali per rimettersi in sesto e anche per analizzare a fondo gli errori commessi oggi, nello scontro diretto perso a Jesi.

Il tabellino


JESINA 2
ISERNIA FC 0

JESINA: Anconetani, Fracassini, Martedì, Marini, Nonni, Bordo (38′ st Matinata), Trudo (31′ st Pasqualini), Yabrè (45′ st Magnanelli), Cruz (27′ st Pierandrei), Villanova (23′ st Cameruccio), Ricci
All. Ciampelli
ISERNIA: Tano, Marino, Capuozzo (40′ st Marzio), Lenoci, Barretta, Cacic, Ciccone (21′ st Gyabaa), Fazio, Schena (32′ st Vitale), Maresca (13′ st Iaboni), Petitti (1′ st Romano)
All. Silva (squalificato)
Arbitro: Edoardo Papale di Torino
Assistenti: Daniele Bianchini di Frosinone e Fabrizio Almanza di Latina
Reti: 39’ Nonni (J), 41’ st Cameruccio (J)
Note: spettatori 500 circa; ammoniti Villanova (J), Pierandrei (J)

LA CRONACA. Mister Silva, per la prima volta in tribuna, mette in campo una formazione volutamente offensiva ed è costretto in difesa a fare a meno di Frabotta, ma la squadra si mostra subito debole subendo gli avversari sin dai primi minuti. All’8′ Cruz calcia in porta ma c’è Barretta a fare da scudo a Tano. Dopo 10 minuti pardoni di casa pericolosi con Villanova che dalla distanza impegna Tano. L’estremo ospite riesce a deviare in angolo. Al 39′ arrva il gol: ancora Villanova da calcio piazzato spedisce la sfera in area, Marini colpisce di testa e sulla corta respinta di Tano è pronto Nonni col suo tapin vincente.
Si va negli spogliatoi sull’1 a 0 e la Jesina si riporta in campo con lo stesso spirito tanto che al 3’ della ripresa Trudo sbaglia il raddoppio spreando l’assist di Cruz.
Occasione persa al 28′ da Cameruccio, subentrato al posto di Villanova. L’attaccante i invola in avanti e lascia partire un potente tiro che coglie in pieno il palo. Il 2 a 0 però arriva poco dopo proprio ad opera di Cameruccio.
Al 41′ riceve palla e di precisione batte Tano sulla sua sinistra. Il portire isernino poi sventa il 3 a 0 parando un tiro di Fracassini
Finisce 2 a 0 per i marchigiani e con la delusione dei biancocelesti che ora dovranno riprendersi perché domenica c’è il derby col Campobasso. Una gara proibitiva visto il momento d’oro del Lupo che oggi ha fermato in casa la Recanatese.


Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e
metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale
  

Privacy Policy