Due giorni dedicati allo sport come modello di vita e di inclusione

Due giorni dedicati allo sport come modello di vita e di inclusione

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Presentata la sesta edizione della ‘Giornata dello Sport’ che avrà luogo il 18 e 19 marzo a Isernia e Campobasso con ospiti di caratura mondiale: da Rosolino ad Aldair, fino al judoka Pino Maddaloni e la tennista Mara Santangelo.


CAMPOBASSO. Lo sport come stile di vita, modello educativo, luogo di crescita. Con questo spirito la Regione Molise promuove la ‘ IV Giornata dello Sport’ che si celebrerà in due tappe, una ad Isernia e l’altra a Campobasso.

“Oltre l’ostacolo lo sport è inclusione” è il leit motiv della due giorni nei quali saranno coinvolte le società sportive e le famiglie, con esercitazioni ‘dal vivo’ per mettere in atto un “nuovo modello che avvicini sempre più le persone a questo mondo” ha rimarcato l’assessore competente Vincenzo Niro.

Il 18 marzo all’Auditorium di Isernia, con inizio alle 10.30. Il 19 a Campobasso, al Palaunimol (alle 10.30) e alla ex Gil (dalle 18.30) con nomi altisonanti della cultura e della disciplina sportiva come il campione olimpico di nuoto Massimiliano Rosolino, il campione del mondo di calcio Aldair, il judoka Pino Maddaloni e la tennista Mara Santangelo.

Uomini e donne che hanno incarnato i più alti valori che lo sport trasmette, a livello agonistico e non: la disciplina, il rispetto delle regole, la sana competizione.

Due giornate per celebrare lo sport e le discipline sportive, per avvicinare grandi e piccini al piacere di misurarsi con l’altro, senza usare uno smartphone.

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale

Privacy Policy