L'Isernia sa che non è il momento di mollare: in terra marsicana serve la prestazione perfetta

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Alle 15,30 la squadra è partita per Avezzano, dove domani affronterà la terzultima in classifica. Il gruppo ha grandi motivazioni per un impegno decisivo in chiave salvezza. Silva potrebbe apportare piccole modifiche alla formazione vittoriosa sul Giulianova


di Valentina Ciarlante

ISERNIA. È una sfida salvezza in piena regola quella che andrà in scena domani pomeriggio allo stadio 'Dei Marsi' di Avezzano nella 34esima giornata del girone F della serie D. Marsicani e pentri sono accomunati da un andamento denso di difficoltà in questo campionato: 9 vittorie, 6 pareggi e 18 sconfitte dalla parte abruzzese, 8 vittorie, 9 pareggi e due sconfitte in meno per gli isernini.
Adesso i pentri stanno bene, mentalmente e fisicamente, in più sono consapevoli dell'importanza di questo appuntamento e non possono ricadere nell'errore di sottovalutare una diretta concorrente, come avvenuto solo due settimane fa a Castelfidardo.
Mister Massimo Silva ha premuto molto su questo concetto per tutta la settimana perché domani dalle 15 bisogna ripartire dalle cose buone viste nella partita di sacrificio contro il Real Giulianova.
Isernia Giulianova colpo di testa fase di giocoSulla formazione non ha ancora sciolto le riserve, ma è facile che l'11 titolare rispecchi quello sceso in campo proprio contro i marchigiani di Bolzan. L'idea è quindi quella di affidarsi in avanti a Romanoe  Schena e di giocarsi in corso d'opera la 'carta' Petitti, magari in una fase di stanca della gara per dare sprint.
Bisognerà contenere l'atteggiamento offensivo dei padroni di casa e approfittare di ogni spunto per portare subito a casa il risultato.
La società avezzanese nel corso della stagione ha ceduto pezzi come Federico Cerone, bomber con nove reti all'attivo passato alla Sangiustese, Mateus Ribeiro Dos Santos e Jonathan Alessandro, ora nelle file del Campobasso.
L'11 febbraio, all'indomani della sconfitta interna col Matelica, il club ha optato anche per il cambio di allenatore, rescindendo consensualmente il contratto con Federico Giampaolo, fratello di Marco Giampaolo, allenatore della Sampdoria, che guidava il team da un anno e mezzo.

L'Avezzano è reduce dalla gara persa a Recanati per 2 a 1 decisa all'89' dal gol del molisano Andrea Sivilla. Nel primo tempo l'altro guglionesano, Davide Borrelli, aveva aperto le marcature con uno splendido destro al volo che si è infilato nell'angolino alto della porta biancoverde, ma i marsicani hanno venduto cara la pelle e di sicuro metteranno in campo tutto anche domani, contro l'Isernia.
La vittoria per loro manca da un mese, dal 3 marzo: 2 a 0 sul Santarcangelo.
Giampaolo è stato sostituito dal tecnico di Pozzuoli, ma lancianese d'adozione, Gianluca Colavitto che ha guidato Celano e Vastese. Con gli abruzzesi biancorossi ha vinto un campionato d'Eccellenza e conquistato un buon ottavo posto in serie D ed esattamente un mese prima del suo approdo in terra marsicana disse 'no' al Castelfidardo.
Ha preso la squadra a 24 punti e ora ne ha 30, gli stessi di Forlì e Agnonese.
Isernia Giulianova fase di giocoI pentri, consapevoli della 'rabbia' che troveranno nell'animo dell'avversario sono ancora più carichi, perché l'obiettivo è continuare sulla strada intrapresa domenica scorsa, con l'affermazione sul Giulianova e guadagnare terreno sulle dirette concorrenti.
Il due dicembre, nella gara d'andata, l'Isernia prevalse 2 a 1 grazie ai gol di Giacomo Romano e Daniele Frabotta, intervallati dalla rete di Dos Santos. L'attaccante brasiliano proprio dopo quella partita passò al Francavilla e due settimane dopo, con la nuova maglia indosso, punì i biancocelesti siglando una doppietta.
In questo caso l'Isernia avrà l'opportunità di una rivincita dopo Pasqua, il 28 aprile, quando al Lancellotta arriveranno gli abruzzesi giallorossi.
Fino ad allora però c'è da macinare minuti di gioco e da soffrire. Si ricomincia domani, allo stadio 'Dei Marsi', si proseguirà domenica prossima nel derby casalingo con l'Agnonese (impegnata domani nell'altro derby col Campobasso) e poi nel turno infrasettimanale pre-pasquale di giovedì 18 aprile in Romagna, con la Sammaurese.

La gara Avezzano - Isernia sarà diretta da Antonino Costanza della sezione di Agrigento, già visto nel girone F il 7 ottobre quando arbitrò il big match Sangiustese - Cesena, finito 2 a 2. Assistenti Simone Venuti di Valdarno e Amedeo Carpano di Siena.

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e
metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale