Volley, l'Europea 92 cede al tie-break in casa: 2-3 col Cerignola

Volley, l'Europea 92 cede al tie-break in casa: 2-3 col Cerignola

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Prestazione a corrente alternata per le isernine


EUROPEA 92 ISERNIA – CANNONE LIBERA CERIGNOLA 2-3

EUROPEA 92 ISERNIA: Babatunde 6, Miotti 4, Alikaj 14, Modestino 8, Carlozzi 14, Ragone 12, Boffa (L), Guarino, Delfino 6; all. Montemurro
CANNONE LIBERA CERIGNOLA: Montenegro 9, Cesario 14, Mauriello 10, Martilotti 23, Neriotti 12, Angelelli 2, Pisano (L), Minervini, Facendola 1, Giancane, Palladino n.e., Di Schiena n.e.; all. Breviglieri
ARBITRI: Pasciari e Varriale di Napoli
NOTE: parziali 17-25, 25-19, 17-25, 25-21, 9-15; durata set 21’, 23’, 23’, 25’, 14’; battute ace/errate Isernia 5/12, Cerignola 4/6; muri Isernia 7, Cerignola 17; cartellino giallo a Breviglieri (all. Cerignola) per proteste (6-7 5° set); spettatori 100 circa

ISERNIA. Solo un punto per l’Europea 92 nell’undicesimo tie-break stagionale. Contro un Cerignola ben più motivato, essendo in piena lotta per un posto nei play-off (i due punti, uniti alla contemporanea sconfitta dell’Arzano, lanciano le pugliesi al terzo posto in classifica), le isernine disputano una partita a corrente alternata, dando l’impressione di poter essere addirittura superiori alle avversarie nel momento in cui limitano gli errori e danno continuità al loro gioco.

È un passaggio a vuoto in ricezione delle isernine che porta il punteggio dal 15-16 al 16-21 a segnare il primo set in favore del Cerignola che, invece, nel secondo parziale subisce la reazione delle padrone di casa, che piazzano subito un break (9-3) con il muro di Modestino e Miotti e mantengono il vantaggio (13-8), per poi allungare in maniera decisa (21-12) e chiudere il set in tranquillità.

La terza frazione di gioco è invece tutta di marca pugliese, con le ospiti che non hanno difficoltà a portarsi in vantaggio nel conto dei set, malgrado una timida reazione dell’Europea 92 nel finale, che dall’11-21 recupera qualche punto prima di cedere.

Si ribalta di nuovo l’andamento del gioco nel quarto parziale, in cui coach Montemurro schiera Delfino per Babatunde, con le isernine a condurre e a portarsi avanti fino al 19-11; poi il recupero del Cerignola che arriva al -1 (19-18); è proprio la Delfino che in attacco e a muro spinge di nuovo avanti la sua squadra che conquista il tie-break.

Il quinto set, invece, dopo le battute iniziali, è ancora tutto di marca pugliese. Il Cerignola va al cambio di campo in vantaggio (6-8); Isernia resiste fino al 9-9 per poi cedere di schianto la vittoria alle ospiti.

Camillo Pizzi

 

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale

 

 

Privacy Policy