L'Isernia riprende il derby e pure la salvezza: contro l'Agnonese finisce 2 a 2

L'Isernia riprende il derby e pure la salvezza: contro l'Agnonese finisce 2 a 2

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

I pentri, in svantaggio di due gol e in 10 uomini sono riusciti a raddrizzare un match teso da entrambi i lati del campo. I granata dopo un ottimo primo tempo sono calati sensibilmente lasciando spazio e maggiore grinta ai padroni di casa. Due rigori e un espulso: Barretta dell'Isernia, in una giornata che non ha ancora dato verdetti. Giovedì i pentri se la vedranno con la Sammaurese, i granata in casa col Pineto. Per restare in serie D non si può sbagliare nulla



di Valentina Ciarlante

ISERNIA. Non c'è tempo di rilassarsi. Questo campionato non lascia modo nemmeno di pensare e a tre giornate dalla fine è ancora tutto in ballo, soprattutto in fondo alla classifica. L'Isernia però oggi può tirare un mezzo sospiro di sollievo, considerando che a poco più di 20 minuti dal termine del derby con l'Agnonese era sotto di due reti e vedeva avvicinarsi il penultimo posto, ovvero quello della retrocessione diretta. Invece i meccanismi hanno iniziato a funzionare proprio quando la paura si è fatta grande e alla fine gli isernini sono riusciti a capitalizzare le occasioni della ripresa, ribaltando così quelle perse nel primo tempo e capitate soprattutto sui piedi di Fazio e Petitti. Il fantasista con un gol di pregevole fattura e l'attaccante Romano, dal dischetto, hanno pareggiato i conti delle reti segnate da Diarra nel primo quarto d'ora di gioco e da Ricciardi al 66', sempre su rigore. La tensione era palpabile oggi al Lancellotta, in campo e sugli spalti. Qui tifosi e dirigenti legati da vecchia amicizia, erano concentrati ognuno sul proprio obiettivo, sapendo che raggiungerlo potrebbe contribuire alla débacle dell'altro. Ma oggi contavano solo le motivazioni del singolo gruppo e alla fine il pareggio vale un po' di più per l'Isernia, che crede ancora nella salvezza diretta. L'Olympia Agnonese allo stesso modo non molla ma deve fare punti per i playout.

GUARDA LE VIDEOINTERVISTE AGLI ALLENATORI SILVA E MECOMONACO

Il tabellino
ISERNIA 2
AGNONESE 2

ISERNIA: Del Giudice, Lenoci, Capuozzo (71’ Marino), Frabotta, Barretta, Di Lonardo (83’ Vitale), Petitti (82’ Iaboni), Fazio, Schena (92’ Cacic), Kameni, Romano
All.: Silva
AGNONESE: Maraolo, Corbo, Gentile, Albanese, Ricciardi, Cassese, Sorgente (71’ Salim), Pejic, Formuso (59’ Bisceglia), Ancora (92’ Dezai), Diarra (90’ Araldo)
All.: Mecomonaco
Arbitro: Tesi di Lucca
Assistenti: Camillo di Salerno e Russo di Napoli
Reti: 14’ Diarra (A), 66' Ricciardi R (A), 69' Petitti (I), 88' Romano R (I)
Note: ammoniti Formuso (A), Lenoci (I); espulso Barretta (I)

LA CRONACA. L'Isernia si schiera con una formazione altamente offensiva visto che Silva sceglie di inserire Schena, Petitti e Romano. Mister Mecomonaco recupera Albanese e si affida ad Ancora, Formuso e Diarra. È proprio quest'ultimo ad aprire le danze al 14' con un tiro dal limite dell'area che beffa Del Giudice: 0 a 1 al Lancellotta.
Dopo otto minuti c'è l'occasione del raddoppio: Formuso coglie di testa un cross arrivato dalla destra ma non trova la porta. Al 29’ incursione di Ancora in avanti, ma l'attaccante colpisce il palo. I pentri reagiscono dopo due minuti con Kameni, ma il suo tiro termina alto sopra la traversa. Subito dopo è Petitti a impegnare Maraolo con un insidioso rasoterra. Al 34’ ottima parata di Del Giudice che, con i piedi, chiude la strada a Sorgente. Passano pochi minuti e Fazio cerca il numero dopo aver ripreso un pallone perso da Romano. Il suo missile dalla distanza però vola in cielo.
Si va negli spogliatoi sull'1 a 0 per l'Olympia e i pentri non ci stanno a perdere questa occasione in casa così si presentano nel secondo tempo con maggiore grinta.
Al 5' della ripresa Romano insacca l'assist dalla destra di Petitti ma l'arbitro, su segnalazione dell'assistente, annulla per fuori gioco. E allora subito dopo Schena a cercare il pareggio con una girata in area che viene bloccata da Maraolo.
Ecco Fazio che far partire un altro missile, ma anche stavolta la sfera va out.
L'Isernia attacca ma arriva un'altra doccia fredda. Al 21’ l'arbitro fischia un rigore per l’Agnonese per il fallo di Di Lonardo su Sorgente. Ricciardi si porta sul dischetto e segna il 2 a 0 per i granata.
I pentri non si perdono d'animo e accorciano le distanze dopo tre minuti. Petitti raccoglie il passaggio di Frabotta e si rende autore di uno splendido gol. Nella concitazione dei festeggiamenti il difensore Barretta viene espulso per una presunta spinta ai danni di un avversario che chiedeva lo stop del gioco per infortunio. Il calciatore dell'Agnonese, in precedenza, era stato per qualche minuto a terra e al momento di rialzarsi ha visto avvicinarsi Barretta e qualche altro calciatore pentro. "Non gli ho fatto niente", ha dichiarato a più riprese il difensore centrale isernino, dopo che l'avversario era caduto nuovamente a terra, appunto, per il presunto spintonamento. Un episodio da rivedere, che ha lasciato più di qualche dubbio agli spettatori in tribuna, su cui però l'arbitro non ha esitato.
Anche in 10 uomini l'Isernia continua a cercare il pareggio e al 32’ ci prova Lenoci, ma la sfera termina fuori di poco. Poi Schena tira dalla distanza e non trova la porta. Ma non è finita e a due minuti dal 90' il direttore di gara fischia il rigore in favore dei padroni di casa, proprio per l'atterramento di Schena. Romano dagli 11 metri non sbaglia e fa 2 a 2.
Nei sei minuti di recupero non accade più nulla e la gara finisce senza vinti né vincitori. Ora per entrambe le formazioni non resta che pensare al rush finale, partita per partita, senza perdere di vista l'obiettivo.
Giovedì c'è il turno infrasettimanale, la terz'ultima stagionale. l'isernia andrà in tarsferta a San Mauro Pascoli per affrontare una formazione ostica, reduce dalla sconfitta di oggi con la Jesina e tuttavia già salva. L'Agnonese sarà impegnata in casa col Pineto.

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e
metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale

Privacy Policy