Tutto pronto per Wimbledon 2019

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Redazionale/ Al via la 133esima edizione per uno degli eventi sportivi più attesi


Tutto pronto per la 133esima edizione, che questa volta non potrà essere fermata dal maltempo. Anche se da diversi anni il sole bacia i campi di Wimbledon durante il torneo più famoso dello Slam, per evitare qualunque rischio gli organizzatori hanno deciso di dotare il Campo 1 di una copertura, inaugurata proprio alcuni giorni fa.

La copertura antipioggia non è la prima che viene realizzata a Wimbledon: già 10 anni fa il Centre Court – il campo principale che ospita gli eventi più importanti, come la finale – era stato dotato di una protezione. Si vuole perciò evitare il ripetersi di quanto accadde nel '97, quando gli organizzatori dovettero annullare per il maltempo due giornate, rimandando le partite anche nella tradizionale domenica di riposo (“Middle Sunday”). Nella storia del torneo, è successo solo 4 volte che la domenica di risposo venisse sfruttata.

Per quanto riguarda la copertura al Centre Court, venne usata per la prima volta il 29 giugno del 2009, quando a causa di una violenta pioggia venne sospeso l'incontro degli ottavi femminili tra Dinara Safina e Amelie Mauresmo. Grazie alla copertura, la partita riprese meno di tre quarti d'ora più tardi.
È ormai iniziata ufficialmente anche la vendita dei biglietti singoli e degli abbonamenti.

L'abbonamento al paradiso del tennis non ha di certo costi abbordabili. L'All England Lawn Tennis Club ha messo in vendita i 2.520 abbonamenti pluriennali ai tornei che si disputeranno tra il 2021 al 2025. Gli abbonamenti validi per il quinquennio rappresentano il 16,7% dei posti a sedere del centrale. Il prezzo è di 80.000 sterline, 30.000 in più rispetto al prezzo dei biglietti 2016-2020. Alcune famiglie conservano il diritto di prelazione confermando il loro abbonamento di generazione in generazione dal 1920 e la compravendita degli abbonamenti già assegnati o “di seconda mano” è un business fiorente. Con l'abbonamento i privilegi sono numerosi: non soltanto si accede al Centrale e a tutti gli altri campi in tutte le giornate del torneo, ma si è ammessi anche alla Champions Room e al ristorante Courtside, gestito da chef stellati. I possessori dell'abbonamento, inoltre, possono vendere a terzi l'ingresso ai singoli match. Un ingresso per la finale del torneo può arrivare a costare anche 5.000 sterline.

Proprio gli abbonamenti quinquennali serviranno al Club per ripagare la copertura del Campo 1, oltre che per acquistare un vicino campo da golf, in un'area che in futuro verrà interessata dall'espansione del Club.

Per la maggior parte dei tifosi, ovvero coloro che resteranno a casa, Wimbledon si potrà vedere in Italia dai canali Sky. L'emittente televisiva a pagamento ha infatti acquistato i diritti televisivi del torneo fino al 2022.

Ma quali sono le date ufficiali? La data di inaugurazione sarà il 1° luglio, e la competizione si chiuderà con la finale maschile del 14 luglio, mentre la finale femminile si svolgerà il 13 luglio.

Novak Djokovic e Angelique Kerber sono i campioni in carica che dovranno difendere il titolo. Tra i tennisti della categoria maschile, le quote danno Djokovic per favorito, seguito da Federer, Nadal, Zverev, Cilic, Naovic, Kyrgios e Murray (per il quale sarà probabilmente l'ultimo Wimbledon prima di lasciare la carriera).
Tra le tenniste, in testa ci sono la vincitrice Kerber, insieme a Serena Williams (che l'anno scorso perse proprio la finale), Kvitova, Osaka e Pliskova.
Tra i partecipanti ci sono anche gli italiani Camilla Giorgi, Fabio Fognini e Marco Cecchinato.

Giorgi ha concluso la passata edizione ai quarti di finale, uscendo per mano di Serena Williams. Sempre nel 2018, Fognini è uscito invece al terzo turno mentre Marco Cecchinato al primo.

Chi ha vinto più Wimbledon?
Il tennista che ha conquistato il maggior numero di trofei d'argento nella sua carriera è Roger Federer. Ha conseguito una vittoria nel 2003, 2004, 2005, 2006, 2007, 2009, 2012 e 2017. Alle sue spalle ci sono William Renshaw e Pete Sampras con 7 titoli vinti.
Tra le donne, il primo posto spetta a Martina Navratilova, con 9 vittorie, mentre dopo di lei c'è Helen Wills Moody, con 8 titoli. Serena Williams è al terzo posto con 7 vittorie insieme alle tenniste Dorothea Douglas Chambers e Steffi Graph. Alla Williams basterebbe un solo titolo per arrivare al secondo posto della classifica: basterà questo a motivarla tanto da riuscire battere la campionessa in carica?

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale

Change privacy settings