Volley, l’Europea 92 chiude il campionato con la vittoria casalinga contro il Bari

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

La squadra isernina salva e lontana dai play-off


EUROPEA 92 ISERNIA – PVG BARI 3-2

EUROPEA 92 ISERNIA: Miotti 5, Alikaj 18, Modestino 18, Carlozzi 17, Delfino 3, Ragone 17, Boffa (L), Babatunde 4, Di Tella, Guarino n.e.; all. Montemurro
PVG BARI: Romanazzi 3, Caputo 13, Piemontese 8, Lattanzio 1, Cariello 25, Labianca 8, Minervini (L), Peonia 4; all. Zambetta
ARBITRI: Baldi e Citro di Salerno
NOTE: parziali 25-17, 18-25, 32-34, 25-12, 15-9; durata set 17’, 22’, 34’, 17’, 13’; battute ace/errate 7/9, Bari 5/6; muri Isernia 20, Bari 4; spettatori 100 circa


ISERNIA. Classica partita di fine campionato tra due formazioni che non solo non hanno più nulla da chiedere alla classifica (Bari retrocesso, Isernia salva e lontana dai giochi per i play-off), ma che sono alla loro ultima apparizione stagionale, non dovendo scendere in campo nell’ultima giornata del torneo, sabato prossimo, dovendo osservare il loro secondo turno di riposo.

Ne esce fuori una partita combattuta nel punteggio, ma brutta dal punto di vista tecnico per i troppi errori commessi dalle due squadre. Il Bari sembra avere più voglia di giocare rispetto alle padrone di casa, ma alla fine è l’Europea 92 ad imporsi al tie-break (il dodicesimo disputato dalle isernine in ventidue incontri giocati), grazie soprattutto al muro che ha fatto la differenza tra le due compagini.

Incredibile il terzo set in cui le ospiti si sono portate avanti di ben 9 punti (11-20), prima del recupero delle padrone di casa che impattano sul 21-21. È il momento più avvincente dell’incontro, con il Bari che sciupa ben 9 set-ball (contro i due dell’Europea 92), prima di aggiudicarsi la frazione di gioco al decimo tentativo. Poi, nel quarto e quinto parziale, il dominio di Carlozzi e compagne diviene netto e porta alla vittoria.

Camillo Pizzi

Change privacy settings