Addio serie D: l'Isernia retrocede in Eccellenza all'ultima giornata

Addio serie D: l'Isernia retrocede in Eccellenza all'ultima giornata

Valutazione attuale: 3 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella inattivaStella inattiva
 

A Matelica finisce 1 a 1 ma il pareggio non basta ai pentri. La vittoria del Santarcangelo ha escluso anche la possibilità di uno spareggio per l'accesso ai playout. I pentri hanno dato tutto, mettendo in difficoltà la vice capolista e sfiorando l'impresa. Ma questo epilogo è frutto degli errori commessi in precedenza. Ora resta da capire che fine farà il calcio isernino. Il Cesena ha trionfato come da aspettative, l'Agnonese ai playout


di Valentina Ciarlante

MATELICA. Grinta e corsa non bastano all'Isernia per guadagnare la permanenza in serie D. Nell'ultima di campionato, giornata verità, i pentri hanno messo alle corde il Matelica, buttando il cuore oltre l'ostacolo e andando persino in vantaggio, con Ciccone (in gol anche all'andata contro i marchigiani), ma la squadra di Tiozzo ha riportato i giochi in parità al 73', dopo soli due minuti, con il neo entrato Favo. E il pareggio non è bastato ai biancocelesti. I fari erano puntati pure sugli stadi di Giulianova e di Santarcangelo. Ed è proprio il risultato della città romagnola che alla fine ha condannato i biancocelesti alla retrocessione: 3 a 2 sul Notaresco e 37 punti in classifica. I pentri chiudono quest'annata in serie D con 35 punti, 28 gol segnati e solo 8 vittorie, quindi con la discesa diretta in Eccellenza. Due punti e si sarebbe potuto sperare in altri 90 minuti, quelli dello spareggio.
Si sapeva che oggi sarebbe stata dura, eppure fino alla fine i tifosi hanno sperato che potesse esserci spazio per crederci ancora. Ora è ufficiale, si dovrà ripartire dal massimo campionato regionale, sempre che la società, dopo questa delusione, sia ancora intenzionata a investire nel calcio.
Resta l'amarezza sia per com'è andata questa stagione, rivelatasi più complicata del previsto, sia per la mancanza di attenzione alla causa che imprenditori e spettatori hanno mostrato in maniera evidente.
GLI ALTRI VERDETTI. Il Cesena ha vinto il campionato con 83 punti. I playoff: Matelica - Sangiustese e Recanatese-Pineto. Il Francavilla dopo la vittoria sull'Isernia oggi non è andata oltre il 2 a 2 interno con la Savignanese, perdendo il posto tanto agognato nella post season. L'Agnonese accede ai playout e si giocherà la salvezza di nuovo con la Vastese, battuta oggi al Civitelle 3 a 2. L'altra gara dei playout sarà Avezzano-Santarcangelo.

Il tabellino
MATELICA 1
ISERNIA FC 1

MATELICA: Avella, Arapi, De Luca, De Santis, Lo Sicco, Cuccato, Angelilli (97' Mancini), Pignat (70' Favo), Dorato (65' Florian), Margarita, Bugaro(68' Melandri)
All.Tiozzo
ISERNIA FC: Del Giudice, Lenoci, Cacic, Frabotta, Barretta (61' Petitti), Di Lonardo, Ciccone, Fazio, Schena (90' Vitale), Kameni (82' Iaboni), Romano
All. Silva
Arbitro. Picchi di Lucca
Assistenti: Spina di Palermo e Junior Palla di Catania
Reti: 71' Ciccone (I); 73' Favo (M)
Note: ammoniti Ciccone (I), Angelilli (M), Cuccato (M), Vitale (I)

LA CRONACA. L'Isernia scende bene in campo, concentrata e con la formazione tipo grazie al rientro di Barretta. Il difensore verrà sostituito in corsa da Pettti, ovvero quando mister Silva cercherà di imprimere un'ulteriore accelerata al gioco per tentare il tutto per tutto. E i pentri cercano subito la porta avversaria, in particolare con Romano, che se la vede sbarrare dalla difesa marchigiana. È Del Giudice invece in più occasioni a salvare i suoi, parando gli attacchi di Bugaro.
Nel secondo tempo biancocelesti subito in quinta e guadagna subito tre palle gol, senza tuttavia a concretizzarle. Fino a che, al 71' ci pensa Ciccone. Il centrocampista buca Avella, come all'andata.
Il Matelica sa che in quel momento il Cesena sta pareggiando a Giulianova ma tutto può succedere e cerca il pareggio. E così l'1 a 1 arriva dopo due minuti dal vantaggio ospite. Al 73' il neo entrato Favo pareggia i conti. E l'1 a 1 sarà anche il risultato finale che di fatto decreta la retrocessione dei pentri in Eccellenza.


Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale

Privacy Policy