Isernia Fc, la rabbia dei tifosi: "Il titolo torni subito nelle mani del sindaco". Rottura totale con il club

Isernia Fc, la rabbia dei tifosi: "Il titolo torni subito nelle mani del sindaco". Rottura totale con il club

Valutazione attuale: 4 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella inattiva
 

Con una nota, alcuni gruppi di supporter invitano la dirigenza a defilarsi e annunciano che, nel caso in cui la società attuale provvederà all'iscrizione in Eccellenza, non seguiranno la squadra né in casa né fuori


di Valentina Ciarlante

ISERNIA. Che i rapporti non fossero idilliaci si era notato sin dalla metà del campionato, anzi da quel discusso derby col Campobasso. Il gesto di fair play di Albino Fazio ha diviso la tifoseria e iniziato a creare le prime crepe nel legame con il club. Ma ora il rapporto tra la società dell'Isernia Fc e i gruppi organizzati dei tifosi può dirsi giunto al capolinea.
Negli ultimi tempi anche i tifosi cosiddetti 'storici', che erano rimasti accanto a Biscotti e soci dopo l'addio dei più giovani, non hanno digerito molte scelte: logistica delle trasferte, allestimento della rosa, ecc.Poi il verdetto della retrocessione ha fatto colare a picco le residue simpatie.
Ora, con l'annuncio del vicepresidente di voler mollare la presa, nel caso in cui non ci siano imprenditori pronti a sostenerlo, è definitivamente esplosa la rabbia dei tifosi biancocelesti che chiedono alla dirigenza di consegnare immediatamente il titolo sportivo nelle mani del primo cittadino.
"Invece di attendere dal notaio l'avvicinamento di qualche interessato, invitiamo la dirigenza a dare la possibilità per un avvicendamento - si legge nella nota giunta in redazione a firma di "alcuni 'vecchi' Cherokee, i tifosi tutti che tifano e La SerpaNonMoreMaje" -. Il titolo è della città non di proprietà. Invitiamo il vice presidente a lasciare il titolo nelle mani del sindaco per vedere se c'è realmente interesse da parte di qualcuno per le sorti dell'Isernia Fc. Nel caso in cui non si dovessero avere riscontri vorrà dire che è giusto che finisca così e ognuno, soprattutto chi ha agito finora e chi non lo farà, dovrà prendersi le proprie responsabilità, che di certo non porteranno al patibolo ma almeno avrà il dovere di prenderne coscienza".
I gruppi organizzati tengono a precisare inoltre che: "Qualora l'Isernia Fc dovesse proseguire nel campionato di Eccellenza con le stesse modalità eseguite in questo ultimo anno, ampiamente illustrate, evidenziate e contestate, non seguiranno la squadra né in casa, né in trasferta. 
"Si è passati in breve tempo dal ripescaggio all'abbandono", scrivono poi riferendosi alle informazioni prese dalla società per una eventuale richiesta di nuovo accesso alla serie D.
Nella nota, infine, si fa riferimento alla gestione dello stadio, che fino a qualche mese fa era stata affidata a Biscotti. Il progetto tuttavia è tramontato.

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale

Privacy Policy