Judo: Maria Centracchio vola a Tokyo per i Campionati del Mondo

Judo: Maria Centracchio vola a Tokyo per i Campionati del Mondo

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

La judoka isernina lotterà anche per conquistare un posto alle prossime Olimpiadi 2020


di Camillo Pizzi

ISERNIA. Il conto alla rovescia per Maria Centracchio sta per finire. Tra sette giorni, infatti, (per precisione mercoledì prossimo 28 agosto) si farà sul serio per l’atleta isernina impegnata nei Campionati del Mondo 2019 di Judo in programma da domenica prossima, 25 agosto, fino al 1 settembre nella stessa location che ospiterà i Giochi Olimpici 2020, ovvero il Nippon Budokan di Tokyo. Si preannuncia un evento spettacolare per gli appassionati delle arti marziali, con quasi tutte le stelle del judo internazionale ai nastri di partenza dell’ultima rassegna iridata prima dell’evento a “cinque cerchi” dell’anno prossimo.

E, oltre al valore intrinseco della rassegna iridata, la manifestazione avrà una valenza fondamentale anche in ottica qualificazione olimpica a Tokyo 2020, dato che verranno messi in palio ben duemila punti per il ranking che deciderà gli atleti che parteciperanno ai Giochi Olimpici. Attualmente la squadra italiana sarebbe qualificata in sette categorie su quattordici (con un massimo di un atleta per ogni categoria di peso): quattro al maschile e tre al femminile, tra cui, appunto, Maria Centracchio, che potrebbe diventare la prima isernina a partecipare ad una Olimpiade.

La “figlia d’arte”, tesserata per le Fiamme Oro, in virtù della classifica stilata alla viglia dell’appuntamento mondiale, è virtualmente qualificata nella sua categoria, la -63 Kg, ma il margine di sicurezza sulle avversarie (ed in particolare sull’altra italiana Edwige Gwend) non è rassicurante; perciò per la molisana sarà fondamentale avvicinare perlomeno il “Final Block” iridato per allontanare la zona pericolosa.

Ricordiamo che Maria Centracchio ha ottenuto i suoi migliori risultati recenti tra la fine del 2018 e l’inizio del 2019 con un secondo ed un primo posto nei Grand Prix di Tashkent e Tel Aviv, confermando il salto di qualità a Minsk dove ha conquistato una medaglia di bronzo agli European Games, fondamentale per la corsa verso Tokyo 2020. Secondo gli addetti ai lavori, nella sua categoria non ci sono avversarie imbattibili e pertanto sono buone le possibilità di fare strada nel tabellone.

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale 

Privacy Policy