Spettacolo calcio a 5: l’incontro tra la Sporting Venafro e l’Acqua&Sapone Unigross

Spettacolo calcio a 5: l’incontro tra la Sporting Venafro e l’Acqua&Sapone Unigross

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Un match di livello per il turno di coppa: si impongono gli abruzzesi, ma è festa anche per l’ambiente molisano che ha goduto di una serata al cospetto della società attualmente più blasonata del futsal italiano



Sporting Venafro: Iacovino, Valvona, Natale, Moragas, Valletta, Andreozzi, Melfi, La Bella, Caropi, Rosni, Verola, Tomei. All. Matticoli.
Acqua&Sapone Unigross: 1 Mammarella 3 Houenou 8 Murilo 9 Calderolli 10 Jesulito 11 Gui 12 Mambella 18 Wellington 19 Avellino 20 Jonas 21 Nicolodi 25 Rocha. All. Bellarte.
Marcatori: Jonas (3), Avellino (2), Jesulito, Nicolodi


VENAFRO. Termina 7-0 per l’Acqua&Sapone il confronto di coppa della divisione con lo Sporting Venafro con gli abruzzesi che esultano per il passaggio del turno. Ma ad esultare è stato anche tutto l’ambiente venafrano che si è goduto una serata di gala al cospetto della società attualmente più blasonata del calcio a 5 italiano.
Alla luce del confronto, impari sulla carta per qualità tecniche delle due formazioni, complici le due categorie di differenza e il blasone dei pescaresi vicecampioni d’Italia, i bianconeri di mister Matticoli escono a testa alta grazie ad un primo tempo giocato alla pari contro ogni pronostico. Solo nella ripresa è venuto fuori impietoso il gap tecnico a causa del prevedibile calo fisico dei venafrani che nella prima frazione sono stati costretti ad andare a mille per tenere botta alle sfuriate di Jonas e compagni.
Nel primo tempo, infatti, le occasioni si susseguono da ambo le parti. Se Tomei è costretto agli straordinari, anche Mammarella deve tirare fuori un paio di super interventi per evitare la capitolazione. Il risultato resta in equilibrio fino al 14’ minuto quando Avellino corregge in rete una ribattuta del portiere venafrano siglando l’1-0. Lo Sporting difende con la massima concentrazione e sfiora altre due volte la rete con Valletta e Juan Cruz (il migliore in campo), ma viene infilato per la seconda volta da una grande giocata di Jesulito che salta Natale e trafigge Tomei con una bomba sotto la traversa. La prima frazione si chiude con un rigore reclamato dallo Sporting per un atterramento di Melfi in area. Il direttore di gara non vede ed assegna una punizione dal limite che Juan Cruz calcia di poco a lato. La prima frazione si chiude così tra gli applausi degli oltre 300 presenti per l’ottima prova della formazione di mister Matticoli che gioca alla pari con l’Acqua&Sapone e va oltre ogni più rosea aspettativa.
Il secondo tempo è tutt’altra musica. Lo Sporting Venafro riesce a reggere per altri sei minuti, poi Jonas porta a tre le marcature dei pescaresi e la gara praticamente finisce qui con gli abruzzesi che nel finale dilagano fino al 7-0. Al triplice fischio festa per tutti, foto per calciatori del Venafro e pubblico con le “star” nerazzurre e terzo tempo tra le due società. Il tutto in attesa di una stagione che si prospetta ricca di soddisfazioni per la società del presidente Primavera, deus ex machina e principale artefice del miracolo bianconero, con lo Sporting portato nel giro di un anno dai campi di periferia molisani al confronto con i vicecampioni di Italia.
“E’stata una vera e propria festa che ci riempie di orgoglio – dice il DS venafrano Antonio Di Franco, uno dei due ex dell’incontro insieme al giovane D’Uva, avendo militato due anni fa nella società pescarese come dirigente – così come ci ha riempito d’orgoglio la prestazione dei ragazzi che hanno giocato senza paura e alla pari per almeno un tempo. Grande merito va al Presidente Primavera e al suo staff che nel giro di un anno hanno compiuto una vera e propria impresa portando lo Sporting dalla serie C1 al confronto ufficiale con una delle squadre più forti d’Italia. Penso si sia sulla strada giusta per fare bene, ma ora bisogna mettersi alle spalle questa bellissima serata di gala e concentrarsi subito sulle gare che saranno più alla nostra portata come il derby di sabato prossimo a cui teniamo tantissimo”.
E sabato prossimo,infatti, il Palapedemontana riaprirà i battenti per un altro match di alto livello con il derby molisano tra Sporting Venafro e Chaminade Campobasso valido per il primo turno di Coppa Italia nazionale. Fischio d’inizio alle ore 16.

  

GUARDA LA FOTOGALLERY A CURA DI PINO MANOCCHIO

 

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale 

 

Privacy Policy