Lupi, pareggio beffardo. Mister Cudini: “Adesso bisogna vincere contro tutti”

Lupi, pareggio beffardo. Mister Cudini: “Adesso bisogna vincere contro tutti”

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Il risultato del Romagnoli contro l’Avezzano lascia l’amaro in bocca nell’ambiente rossoblù. Il 2 a 2 degli abruzzesi è giunto oltre l’extratime



CAMPOBASSO. Una partita ai limiti del paradossale ha inaugurato il 2020 del Campobasso. Al Romagnoli i rossoblù erano in vantaggio per 2 a 0 fino al 94esimo minuto, poi l’imponderabile. Il gol dell’Avezzano a dimezzare lo svantaggio e al 96esimo il calcio di rigore procurato da Pistillo a completare l’opera dell’assurdo.

Nel post gara questa l’analisi di mister Cudini. “Era una partita finita – le parole del tecnico – ma a volte nel calcio capitano cose imprevedibili, si fatica anche ad analizzarle. Un nostro difetto è la gestione della partita nei momenti cruciali e nella gestione della gara in alcune fasi. Potevamo essere più attenti, potevamo essere tante cose ma in un minuto si fa fatica a pensare che una squadra con un uomo in meno e sul due a zero riesca a riprendere la partita. Faccio i complimenti ai ragazzi per come hanno giocato per tutta la partita, è ovvio che siamo tutti ‘incazzati’ per come è finita la gara. La prestazione, in ogni caso, c’è stata. Adesso bisogna riprendere quello che era il cammino precedente.

Sulla gestione si poteva fare meglio, a volte gli episodi condizionano un po' tutto. Questa era una partita finita, una partita vinta, ma il risultato alla fine non dice questo. Grosso rammarico ma adesso non dobbiamo perdere quelle che sono le nostre certezze. Il campionato è lungo, ci sono ancora 16 partite, non finisce certo oggi. Mi auguro che questo pareggio non condizioni troppo il nostro morale – ha proseguito Cudini – è ovvio che oggi tutti lo viviamo con rammarico per questi due punti persi. Domenica prossima avremo comunque una partita altamente stimolante contro la prima in classifica quindi il morale deve essere quello giusto.

Questo grosso rammarico dovremmo tramutarlo in rabbia. Io in primis mi prendo la responsabilità del risultato di quest’oggi, andiamo avanti con due punti in meno ma dobbiamo continuare serenamente il nostro percorso. Adesso la classifica ci impone di fare bottino pieno con chiunque, siamo soggetti a noi stessi in primis e purtroppo anche ai risultati degli altri. Si riparte da Notaresco dove dobbiamo assolutamente cercare di vincere e accorciare le distanze”.

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale 

Privacy Policy