Nella fase 2 stop agli sport collettivi: niente beach volley e partite a pallone

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Evidente che la fine del lockdown dal 4 maggio non consentirà un ritorno alle abitudini del passato, almeno fino a quando non ci sarà un vaccino contro il Covid-19. Cambierà tutto anche in una delle pratiche più diffuse e salutari per il benessere praticate a livello amatoriale. Vietate le attività che prevedono assembramenti, in spiaggia e non solo


Dal 4 maggio palestre e centri benessere resteranno ancora chiusi ed emergono dettagli, anticipati da Repubblica, sulle attività sportive che saranno vietate per l'intera stagione estiva e con ogni probabilità anche per tutta la fine del 2020.

Vietate le attività amatoriali di beach volley, calcio e calcetto, pallavolo, basket e ogni genere di sport collettivo. Consentite soltanto le attività motorie che non prevedono assembramenti.

Nessun problema per il classico tuffo in acqua, dove nonostante la recente scoperta di virus nei reflui per gli scienziati non esiste rischio di contagio. D’altronde, sul sito del governo è stato chiarito che già ora chi abita vicino al mare o al lago può concedersi un bagno, purché solo e comunque lontano almeno un metro da chiunque altro.

 

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale 

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti 

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, invia ISCRIVIMI al numero 3288234063 e salvalo in rubrica!