Calcio, serie D: il Campobasso batte il Montegiorgio e mantiene la vetta della classifica

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Zammarchi e capitan Bontà piegano i marchigiani


CAMPOBASSO. I rossoblù di Mister Cudini si impongono sul Montegiorgio e mantengono la vetta della classifica del girone F di Serie D.

La cronaca del Quotidiano del Molise racconta di un Campobasso che ritrova gol, gioco e risultato.  I rossoblù protagonisti di un avvio prorompente e di una ripresa in assoluto controllo, trainati dalle giocate di un Esposito semplicemente indispensabile nella manovra offensiva. Se a tutto questo si aggiunge una difesa di ferro (un solo gol incassato in quattro gare), ecco che i sorrisi a fine gara risultano totalmente giustificati.

E’ un Campobasso totalmente diverso rispetto a quello ammirato sette giorni fa a Castelfidardo. Non tanto per gli interpreti (Zammarchi e Piga le uniche novità), quanto per l’atteggiamento messo sul campo sin dalle prime battute. Dopo appena sessanta secondi Esposito ruba palla, serve proprio l’ex Cesena che non inquadra la porta. Più pericoloso FantaVittorio al 7′, ben servito da Cogliati: si accentra e calcia di poco alto sulla traversa. Terza fiammata di un Campobasso costantemente nella metà campo avversaria al 22′: stavolta è Brenci ad andare vicinissimo al bersaglio grosso con un tiro dal limite dell’area che lambisce il palo a Marani battuto. Nel momento in cui il Montegiorgio sembra contenere maggiormente, il Lupo graffia (37′) con un’azione improvvisa di contropiede orchestrata da Esposito per Candellori, il quale è impeccabile nella gestione e nel cross calibrato ben raccolto da Zammarchi in spaccata. L’ex Cesena spiazza Marani con la conclusione volante che vale l’1-0 con cui si va a riposo.

Il secondo tempo si apre con il Montegiorgio che si affaccia dalle parti di Piga con una conclusione di Lupoli intercettata dal portiere in due tempi. Il bis con Cuccù su calcio di punizione: botta violenta, Piga fa ancora buona guardia. Nel mezzo altra occasione rossoblù che nasce dai piedi di Esposito, il cui cross è raccolto di prima intenzione da Brenci: per il centrocampista terza conclusione di poco a lato. Diversamente dal primo tempo, però, è un Campobasso sornione e pronto a colpire con i suoi interpreti di maggior classe. Al 63′ sempre dai piedi di Esposito nasce il raddoppio: il fantasista pennella un cross al bacio tramutato in rete da Bontà di testa. Chiusa la pratica, l’undici rossoblù dimostra di saper anche soffrire nel momento di maggiore spinta del Montegiorgio, capace di creare due occasioni velenose con Cuccù ed Omiccioli, sulle quali si disimpegna bene il giovanissimo portiere Piga. Cudini prova allora a dare più fisicità: entrano Tenkorang e Di Domenicantonio, fuori (tra gli applausi del pubblico) gli autori dei gol Bontà e Zammarchi. Il nuovo entrato ex Tolentino va vicino al 3-0 ma non riesce a ribadire in rete da due passi dopo serpentina del solito Esposito. Quest’ultimo regala giocate e spettacolo nell’ultima porzione di gara, prima di essere sostituito a pochi secondi dal novantesimo tra gli applausi convinti dei 600 del Selvapiana. Ribaditi, al triplice fischio, a tutti gli interpreti di un Campobasso vincente. E convincente.

 

Change privacy settings