Figc, la settima volta di Di Cristinzi che annuncia: due piani per chiudere i tornei

Valutazione attuale: 1 / 5

Stella attivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

E’ stato confermato per la settima volta al vertice del calcio regionale. Comincia oggi il suo 26esimo anno di gestione.


di Maurizio Cavaliere

Piero Di Cristinzi fa sette. Sette come le volte in cui ha vinto le elezioni a capo della massima autorità calcistica regionale. Sette per 4 (la durata del quadriennio olimpico) fa 28 più un anno di reggenza per riabilitare il Comitato dopo la discussa gestione precedente, in tutto 25 anni, più i 4 che cominciano oggi. Un’era la sua, non c’è altro da dire.

“Sono felice perché è stata una giornata importante, ma è sempre come se fosse il primo giorno” ci ha detto poco dopo l’elezione. In effetti l’Assemblea in video conferenza di questa mattina è stata un successo se si considera che ha partecipato l’85 per cento delle società con diritto di voto.

Di Cristinzi era candidato unico. Con lui resta in carica tutto il Consiglio uscente, vale a dire il vice presidente vicario Pasqualino Raimondo, Miguel Mastrangelo, Ugo D’Alessandro, Armando Sammartino e Domenico Santorelli. Gli altri nomi: Fabio Petta al vertice della sezione calcio a 5 e Antonio Giuditta per il calcio femminile. A complimentarsi subito con il neo (ri)eletto sono stati, presenti anche loro, Il Presidente della Lega Nazionale Dilettanti Cosimo Sibilia e il Presidente della Regione Donato Toma.

Per Di Cristinzi è stata anche l’occasione migliore per informare le società del quadro piuttosto complesso della situazione campionati e dei possibili sviluppi. Tutti i tornei sono fermi dall’autunno e, se fra 6 giorni dovesse arrivare il nulla osta alla ripresa degli allenamenti collettivi, si potrebbe rispettare il giorno fissato da diversi mesi per la ripresa e cioè il 31 gennaio (per Eccellenza e Promozione). Ma su questa data pende come è ovvio che sia l’andamento della curva epidemiologica. “Ci atterremo alle decisioni governative - dice - sperando che ci sia una decrescita dei contagi”.

In ogni caso la Figc molisana ha pronto il piano B: “Sì, proveremo chiaramente a giocare sia l’andata che il ritorno, perché riprendendo il 31 gennaio saremmo ancora in tempo pe giocare tutte le partite. Se ci fossero altri slittamenti - spiega - procederemo terminando solo il girone d’andata e poi partendo subito con i playoff, giocando il numero di partite che ci consentirebbe di chiudere nella data stabilità che è il 30 giugno”.

C’è dunque voglia di organizzarsi per bene e ripartire da parte del calcio molisano. Nel frattempo Di Cristinzi mette a segno l’ennesimo gol, il settimo consecutivo.

 

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui e salva il contatto!

Change privacy settings