Con il calcio, oltre il calcio: la Provincia di Campobasso protagonista del progetto

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

L’adesione all’iniziativa promossa tramite il bando “Azione ProvincEgiovani 2019”, con l’obiettivo di contribuire fattivamente alla ripartenza


CAMPOBASSO. La Provincia di Campobasso è stata protagonista del progetto ‘Con il calcio, oltre il calcio’, dopo aver risposto al bando “Azione ProvincEgiovani 2019”, promosso dall’Unione delle Province Italiane e dal Dipartimento della Gioventù della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Obiettivo del progetto è stato quello di incoraggiare e promuovere l’attività sportiva inclusiva in un ambiente sano nell’ottica dello sport di tutti e per tutti.

I partner del progetto sono stati la Polisportiva Acli Campobasso, la Polisportiva SS Pietro e Paolo Termoli, l’ente di formazione Sicurform Italia Group Srl, di Campobasso. Il progetto ha ricevuto anche sostegno e condivisione dei Comuni di Campobasso, Termoli e Sepino.

A collaborare anche gli sponsor Phlogas e New Mondo Travel, Agenzia di Viaggi di Campobasso.

‘Con il calcio, oltre il calcio’ è stato molto di più di un progetto sportivo. Partendo dallo sport nazionale, infatti, sono stati coinvolti anche gli sport d’acqua e di montagna, con l’intento non solo di valorizzare le singole discipline sportive e di farle conoscere, ma di valorizzare, assieme ad esse, il territorio molisano. A tal proposito, è stato realizzato un video finale che mette insieme momenti significativi nella pratica delle discipline sportive con scorci dei panorami e delle ricchezze del nostro territorio: dalla bellezza di Altilia, passando per il Museo dei Misteri di Campobasso, dai monti del Matese al borgo antico di Termoli e alla costa molisana.

Nel corso dell’iniziativa sono stati organizzati anche tre corsi di formazione, una novità nel panorama sportivo molisano, che consentiranno ai destinatari di offrire servizi migliori in favore dei giovani sportivi molisani.

Un primo corso sull’utilizzo delle cardio app ha consentito di apprendere come utilizzare al meglio queste strumentazioni per incrementare le performance dei giovani atleti e, nello stesso tempo, stimolare la conoscenza delle loro potenzialità. I tecnici hanno imparato a leggere ed utilizzare i dati rilevati dalle apparecchiature durante gli allenamenti.

Un secondo corso ha consentito l’apprendimento della metodologia Coerver, tecnica di insegnamento che ha saputo unire l’esperienza dei suoi 36 anni di pratica consolidata con la capacità di mantenersi innovativa, contemporanea e attuale, basata sul miglioramento delle capacità individuali di ogni singolo giocatore e sullo sviluppo del gioco di squadra.

Un terzo corso dedicato alla comunicazione nello sport e per lo sport (60 ore), anch’esso novità assoluta per il Molise, si è avvalso di docenti quali psicologi, social media manager, esperti di webmarketing, giornalisti, che hanno aiutato i partecipanti tecnici/allenatori, dirigenti sportivi, addetti stampa delle società sportive a svolgere ancora meglio il proprio lavoro, acquisendo o potenziando le conoscenze nel campo della comunicazione sia interpersonale che all’esterno della società stessa.

A completare il progetto anche un murales, realizzato per rendere più accogliente, dal punto di vista estetico, l’antistadio ‘Toti-Rauso’, sede della Polisportiva Acli Campobasso.

Una newsletter tradotta in inglese e spagnolo grazie al contributo degli studenti e dei docenti del Liceo G.M. Galanti di Campobasso ripercorre, con testo ed immagini, tutte le tappe del progetto.

Change privacy settings