Ore 16.31 -16 seggi chiusi su 23 - Schede scrutinate 9.517
Votanti 11.149; affluenza 57,50%

  Schede nulle: 0 - Schede bianche: 0 - Schede contestate 0

58,71%
Piero Castrataro - voti 5.587
 
 
 
 
 
41,29%
Gabriele Melogli - voti 3.930

Tenkorangooool, che blitz a Monopoli! Il Lupo scoppia di salute

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Partita gagliarda dei ragazzi di Cudini, che sfondano anche in Puglia: una doppietta dell'italo-ghanese fa felici i tantissimi tifosi accorsi al 'Veneziani'. Ottima prova di squadra e difesa sempre più affidabile. Domenica prossima a Selvapiana arriva la corazzata (e capolista) Bari



di Maurizio Cavaliere

MONOPOLI-CAMPOBASSO 1-2
Reti: Tenkorang, Starita, Tenkorang.

MONOPOLI (3-5-2): Loria; Riggio, Bizzotto, Mercadante, Morrone, Piccinni, Bussaglia,Viteritti, Guiebre, D’Agostino, Starita. Allenatore: Alberto Colombo.
CAMPOBASSO (4-3-3): Raccichini; Fabriani, Dalmazzi, Menna, Pace, Candellori, Bontà, Tenkorang, Di Francesco, Rossetti, Vitali. Allenatore Mirko Cudini.

Dopo 32 anni, dai tempi della prima vera ‘franata’ dei lupi in serie C, c’era l’occasione di riprendersi qualcosa. Un conto in sospeso, sebbene sbiadito e consumato dal tempo. Contro il Monopoli di Colombo, reduce dalla sconfitta in alta quota sul campo della capolista Bari, il Campobasso aveva di fronte uno spauracchio della storia oltre che un avversario ben messo in classifica.

Così, quando dopo appena 4 minuti uno spettacolare guizzo offensivo di Di Francesco si concretizza in un doppio dribbling nel lato sinistro dell’area e si affina in una rasoiata che attraversa l’area piccola e viene trasformata in gol dall’accorrente Tenkorang, bravo a insaccare in scivolata sul secondo palo, i circa 200 tifosi rossoblù arrivati dal Molise allo stadio ‘Veneziani’, pregustano un pomeriggio di gioie e di emozioni, tutto il contrario di quello che successe verso la fine degli anni ‘80.

E’ la versione migliore dei lupi quella che si vede sul terreno di gioco nelle prime battute di gara, non al livello di quella che si è sbarazzata con serprendente facilità della Paganese, ma una squadra ottimamente messa in campo, che non concede nulla in fase arretrata. Un bel tiro a volo di Candellori, sul quale il portiere locale Loria si supera, legittima una supremazia nel gioco che ha molto a che fare con la concretezza, stavolta.
Il Monopoli fatica a proporre azioni degne di nota, soffre quando c’è da mettere qualcuno di fronte all’area di rigore. Serve una giocata di qualità per dare fastidio al pacchetto arretrato rossoblù. Giocata che, per sfortuna dei lupi, arriva sul finire della prima frazione. Il centrocampista bourkinabé Guiebre serve in corsa Starita: l’attaccante napoletano disegna una traiettoria cui Raccichini, miracoloso con la Paganese, stavolta non può opporsi: la sfera s’infila nel sette ed è 1-1 alla fine del primo tempo.

Ma la versione garibaldina del Campobasso targato Cudini è qualcosa di più di un fuoco di paglia. Così come era avvenuto con Monterosi e Paganese, ma anche per alcuni tratti con Taranto e Juve Stabia, l’undici rossoblù non fatica a trovare spazi nella metà campo avversaria. Il Campobasso imbastisce un’altra azione letale al 7’ della ripresa. Rossetti si conferma grande giocatore di manovra e uomo assist oltre che goleador: l’attaccante irpino affonda sulla sinistra e crossa, palla insidiosa sulla quale si avventa ancora una volta Tenkorang che tocca verso la rete, Guiebre prova a opporsi, la devia, ma spedisce alle spalle di Loria. Altro morso del Lupo sui gabbiani pugliesi, stoppati sul più bello, cioè mentre provavano a prendere il volo. Ancora L’italo-ghanese protagonista per i lupi. Stavolta i suoi gol sono un inno al gioco, che risuona forte e sovrasta il gol delle polemiche messo a segno con la Fidelis Andria. La sua crescita è sorprendente. Giovanissimo ma ora titolare inamovibile, decisivo sotto porta e di grande personalità. Fisicamente forse può ancora crescere, ma Cudini ha tra le mani un giocatore che può dare tanto alla causa.

Quando si arriva a metà ripresa, è tutto da rifare per la squadra di casa e tutto meravigliosamente concreto per il collettivo molisano. Concreto fino a quando Vitali in contropiede non chiude il possibile 3-1. I tecnico del Monopoli Colombo aveva appena rimpiazzato D’Agostino e Viteritti con Grandolfo e Tazzer. Quest’ultimo entra molto bene in partita e sferza la manovra dei biancoverdi.

Entra pure Nicciolini per Piccinni tra i locali. Risponde Cudini che mette in difensore, sia pure molto bravo in fase offensiva, come Vanzan e un giocatore offensivo (Liguori) per i due esterni d’attacco Vitali e Di Francesco, ancora bravissimi davanti. Altri 5 minuti e Sbardella rileva Fabriani. Si arriva senza scossoni alle battute finali di una partita che sembra essere iniziata bene e (quasi) finita meglio: manca ormai solo il recupero (quattro minuti) ad avvalorare questa interessante verità di giornata. Recupero che scorre via con i locali protesi in avanti ma incapaci di spaventare il lupo che non è in salute: di più, mette proprio paura. Finisce infatti 1-2 ed è la seconda vittoria di fila per il Campobasso, stasera fieramente sistemato al centro della classifica e pronto per la gara più bella e affascinante: quella con la capolista Bari a Selvapiana. Impossibile chiedere di più a squadra, tecnico e società. Dei tifosi, sempre numerosi e calorosi, sapevamo già: un valore aggiunto.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti



Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui  e salva il contatto!

 

Change privacy settings