Misure anticrisi, ok al ‘pacchetto’ dell’Eurogruppo: si lavora anche per un ‘Recovery fund’

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Gli esiti del Consiglio Europeo di scena ieri, tra accordi, novità e incognite



Ieri il Consiglio Europeo ha approvato le proposte dell’Eurogruppo, vale a dire il pacchetto di circa 540 miliardi, articolato nell’utilizzo del MES per 240 miliardi, 100 miliardi per il fondo di sostegno alla disoccupazione, noto come “SURE”, e 200 miliardi di garanzie della BEI (Banca Europea degli Investimenti).
Il Consiglio ha dato mandato alla Commissione Europea, di fatto il Consiglio dei Ministri dell’Europa, guidata da Ursula von der Leyen, di formulare una proposta relativa ad un fondo (Recovery fund) per la ripresa come parte del processo di definizione del budget europeo. Non è chiaro quale sarà la dimensione del fondo, ma sicuramente, se dovrà essere all’interno dei limiti del budget europeo, non potrà essere dell’entità della proposta spagnola di 1.500 miliardi di Euro.
I dettagli – se così possono definirsi - che ancora non sono chiari sono due: il primo è che non sappiamo ancora come sarà finanziato questo fondo. L’ultimo – non per importanza – sarà chiarire in che modalità questo fondo metterà a disposizione le risorse agli Stati membri, se tramite contributi a fondo perduto o prestiti. Nel frattempo, mercoledì sera, la BCE ha esteso l’eleggibilità dei collaterali, che accetta a fronte della liquidità prestata al sistema bancario, anche a quelle emissioni che hanno avuto il loro rating abbassato sotto l’investment grade a causa della crisi.
Come scrivevamo nell’articolo di ieri, per l’Italia ciò rappresenta una buona notizia dato che, se il rating del nostro Paese dovesse subire declassamenti al di sotto del livello “investment grade”, i titoli di Stato italiani sarebbero comunque accettati come collaterale dalla Banca Centrale Europea. Sarà, peraltro, interessante vedere se, nel corso del prossimo Consiglio Direttivo del 30 aprile, la BCE seguirà la Federal Reserve ed allargherà il programma di acquisti (PEPP) anche a questi titoli.

Tiziano Gentile

 

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale 

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, invia ISCRIVIMI al numero 3288234063 e salvalo in rubrica!

Change privacy settings