Recovery fund: c’è l’accordo

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Il risultato dopo giorni di serrate trattative


di Tiziano Gentile

Dopo quattro giorni di estenuanti tira e molla, all’alba di stamane si è raggiunto il tanto atteso accordo sull’approvazione di un piano di rilancio ambizioso che permetterà al Paese di affrontare la spaventosa crisi legata al coronavirus.

Il piano di rilancio è molto consistente: 750 miliardi, dei quali 209 saranno destinati all’Italia. Considerando la proposta originaria della commissione europea, si è riusciti a migliorare, non tanto nella parte riguardante i sussidi, che è rimasta di 81 miliardi, ma nella parte legata all’ammontare delle risorse concesse in prestito, da 91 a 127 miliardi.

Ora è il tempo della responsabilità. Ora bisognerà correre e utilizzare questi soldi per investimenti e per le riforme strutturali che non possono più attendere. Bisognerà intraprendere quel percorso di crescita economica e sociale di cui si parla da sempre, ma che purtroppo, per un motivo o per un altro, non è mai stato portato a termine. La sfida è rendere il nostro Paese sicuramente più green, tecnologicamente all’avanguardia. Bisognerà assolutamente tornare a investire nella scuola e nell’università, perché senza cultura non può esserci né dignità né futuro.

 

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale 

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, invia ISCRIVIMI al numero 3288234063 e salvalo in rubrica!

Change privacy settings