La salute inizia a tavola

La salute inizia a tavola

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

I consigli per un corretto stile di vita a cura della biologa nutrizionista Sonia Stroia


Gli alimenti che consumiamo ogni giorno si prendono cura di noi e ci aiutano a prevenire o curare molte malattie, soprattutto quelle del ‘benessere’, come diabete, obesità, patologie cardiovascolari, alcuni tipi di cancro etc., perché, se usato con intelligenza, il cibo può aiutarci a stare meglio.
Alcuni sono alimenti di uso quotidiano; altri sono una valida alternativa a cibi più dannosi (per esempio, il ciambellone della nonna rispetto alle merendine industriali). Altri ancora, come il tè verde o la pappa reale, sono a metà tra gli alimenti e gli integratori, ma possono comunque far parte di una normale dieta alimentare.

Per prenderci cura di noi stessi a tavola, dunque, è necessario mangiare in maniera consapevole e intelligente. Ci vuole prima di tutto informazione: solo leggendo attentamente le etichette, prediligendo i marchi e i prodotti che contengono meno manipolazioni e ingredienti possibili, cercando all’occorrenza di acquistare prodotti biologici capirete effettivamente quello che inserite nel vostro corpo.
Inoltre, cercate di reperire quanti più prodotti nelle belle zone verdi della nostra Italia, da contadini o coltivatori diretti. Evitate di comprare a prezzi troppo bassi; spesso nel caso del cibo, prodotti di alta qualità hanno prezzi maggiori. Cercate di preparare voi un gran numero di alimenti, acquistando le materie prime e creando piatti deliziosi. A volte basta davvero pochissimo, fate volare la fantasia, esistono infiniti modi di cuocere il cibo per trattenere al massimo le proprietà nutritive o per evitare i grassi. Pesce al vapore invece che bollito? Fettina impanata al forno invece che fritta? Un dolce fatto non usando lo zucchero bianco ma un buon dolcificante naturale? Basta davvero poco!

Bisogna prediligere gli alimenti in base alla loro stagionalità, poiché nel loro periodo migliore essi sono più ricchi delle proprietà nutritive, vitamine e sali minerali che sono una cura quasi contro ogni male.
Un’alimentazione consapevole a contatto con il territorio e che ne sfrutti i benefici è inoltre più sana per l’ambiente, e permette di trattare bene il nostro già maltrattato pianeta. Significa seguire un regime alimentare che tiene in considerazione i rapporti che ci legano all’ambiente in cui viviamo, capace di adattarsi ai cambiamenti, stagionali e climatici e mantenerci in equilibrio con l’ambiente nel rispetto della salute sia fisica che emotiva.
Il cibo, oltre a essere responsabile dello stato di salute del nostro corpo, può influenzare anche la nostra mente e quindi influire attivamente su pensieri, emozioni e comportamenti dell’essere umano.
Ad esempio, il consumo di zucchero è responsabile di aggressività e irritabilità. Questo effetto è particolarmente evidente e preoccupante nei bambini, che possono manifestare ansia, agitazione, deconcentrazione, sbalzi d’umore, etc. Un’ alimentazione che contiene prevalentemente prodotti vegetali come cereali interi, frutta, verdure a foglia e legumi, non solo può aiutarci nella prevenzione dei tumori ma favorisce il rilassamento, la calma, un comportamento pacifico, con un’azione antistress e antidepressiva. Ciò non accade con una dieta raffinata o con poche fibre vegetali (grandi quantità di farina bianca, zuccheri e carne).
Preservare il nostro stato di salute attraverso una scelta consapevole degli alimenti è fondamentale, allo stesso modo è importante l’assunzione di un cibo che soddisfi appieno le nostre esigenze quotidiane, adatto al nostro stile di vita, aiutandoci a raggiungere i nostri obiettivi. In tutto questo, non dimentichiamo mai di abbinare al buon cibo anche del sano movimento fisico. Sana alimentazione e attività fisica viaggiano sempre paralleli sullo stesso binario.

Dott.ssa Sonia Stroia
Biologa Nutrizionista

Privacy Policy