Alimentazione sana: gli effetti benefici della mela

Alimentazione sana: gli effetti benefici della mela

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Un frutto terapeutico per tutte le età e prezioso per l’intestino



Quanto di vero c’è nel detto: una mela al giorno, toglie il medico di torno? Se consideriamo il frutto cresciuto senza l’uso di pesticidi, una mela al giorno a mio avviso è davvero terapeutica; perché c’è da dire che le mele che si acquistano nelle grandi distribuzioni, sono il frutto più contaminato e, la maggior parte dei pesticidi si concentra tutta nella parte centrale della mela, il torsolo che, è quella che contiene la maggiore quantità di sostanze nutritive.

Per sfruttare appieno le proprietà dietetiche della mela, bisogna attendere che essa sia completamente matura, cosa che avviene un certo tempo dopo la sua raccolta. Una bella mela matura contiene 60 calorie per 100 grammi e contiene in media: 84 grammi di acqua, 12 gr di zuccheri, una buona quantità di pectine (sostanze utili alle mucose degli organi della digestione per le loro proprietà antinfiammatorie), piccole quantità di acidi organici, sostanze proteiche, tannino e cellulosa, sali minerali (potassio, calcio, sodio, fosforo, rame, magnesio, ferro, vitamina B, C e A). Le mele con la cottura perdono una buona parte dei loro principi nutritivi; per limitare queste perdite si possono cuocere a “calore secco”, cioè senza liquido di cottura (ad es. al forno), badando però che la temperatura non sia troppo alta. Quando le mele si cuociono nell’acqua, nel latte o nel vino, bisogna sempre utilizzare il liquido di cottura, perché in esso sono passati molti principi attivi del frutto.

A chi è consigliata? La mela è un frutto utile a tutti e a tutte le età, fin dalla prima infanzia. Essa,in particolare è indicata ai nefritici, ai gottosi, agli artritici, ai reumatici e ai malati di calcoli, perché il suo succo favorisce la diuresi e i suoi sali di potassio e il tannino prevengono la formazione di acido urico. Ottime in questi casi le cure di succo di mela, di mele grattugiate e addizionate di succo di limone e d’infusione di bucce di mele fatte seccare e ridotte in polvere (un cucchiaio di polvere in una tazza d’acqua). La mela è il frutto ideale per le persone delicate d’intestino: essa ha, infatti, la rara qualità di prevenire la stitichezza e di guarire la diarrea. La dieta di mele in questi casi consiste nella somministrazione quotidiana di mele crude, ben mature, nella dose di 300-400 gr per i bambini, e di 500-800 gr per gli adulti. La mela infine è molto utile alla linea e alla bellezza della pelle: poiché il suo potere nutritivo è piuttosto basso, masticare una mela cruda fra i pasti è un buon mezzo per calmare il senso di fame senza aumentare di peso. La sua polpa inoltre pulisce i denti e , regolando l’intestino e i reni, contribuisce a depurare l’organismo e a ottenere una bella carnagione. I suoi Sali minerali infine fortificano le unghie e i capelli.

A chi è sconsigliata? Ai diabetici, che non devono abusarne a causa del suo contenuto in zuccheri, e a chi soffre di bruciori di stomaco, poiché le mele crude favoriscono la secrezione gastrica e contengono acido malico, che può essere irritante per le mucose gastriche irritanti.

DOTT.SSA SONIA STROIA
Biologa Nutrizionista/Naturopata

Privacy Policy