Ritenzione idrica: ecco cos’è e come combatterla

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

I consigli dell’esperta per risolvere il fastidioso problema spesso provocato da uno stile di vita sregolato



La ritenzione idrica è la tendenza dell’organismo a trattenere liquidi, che si accumulano maggiormente nelle zone già predisposte all’accumulo di grassi come le cosce, i glutei e l’addome. E’ un vero e proprio disturbo che riguarda soprattutto il genere femminile; si stima che colpisce il 30% delle donne. Tra le cause di questo fastidioso problema ci sono: l’insufficienza venosa e linfatica, uno stile di vita sregolato con scarsa attività fisica ed errate abitudini alimentari, l’assunzione di alcuni tipi di farmaci, il sovrappeso.Parlando proprio di sovrappeso, bisogna precisare che una condizione del genere non è necessariamente correlata alla ritenzione di liquidi, tuttavia questa associazione è molto frequente. Come mai? Innanzitutto perché molto spesso le persone che lamentano problemi di peso hanno abitudini alimentari completamente sbagliate e abusano del consumo di sale, che, si sa, genera un accumulo di liquidi nei tessuti. Inoltre, il sovrappeso determina il più delle volte problemi linfatici che ripeto, sono alla base di questo disturbo.

Come fare dunque per combattere il problema della ritenzione idrica? Bisogna seguire un corretto stile di vita e una serie di accorgimenti:
Camminiamo a passo moderato per almeno 20 minuti, tutti i giorni; se non siamo allenati a camminare, aumentiamo poco per volta il tempo dedicato all’attività fisica, senza strafare!
Parcheggiamo l’auto lontano dalla nostra meta, che poi raggiungeremo a piedi!
Seguiamo una dieta equilibrata , ricca di frutta e verdure di stagione, particolarmente efficace per eliminare i liquidi in eccesso; in tal senso ci vengono in aiuto asparagi, carciofi, mirtilli, prezzemolo e avena!
Limitiamo il consumo di alimenti preconfezionati, perché contengono il cosiddetto “sale nascosto”.
Beviamo tanta acqua ma non troppa! 2 litri al giorno sono più che sufficienti.
Cerchiamo di smettere di fumare.
Evitiamo o limitiamo al massimo il consumo di alcolici.

E’ importante che questi consigli devono essere messi in pratica contemporaneamente e non uno alla volta. Mi spiego meglio: se decidiamo di iniziare a bere i famosi 2 litri di acqua al giorno ma contemporaneamente seguiamo una dieta squilibrata e ricca di sale, il nostro sforzo non servirà a molto in realtà!!! Per cui il mio consiglio è quello di impegnarsi poco per volta, senza stressarci troppo e, vi garantisco che una volta visti i risultati, non tornerete più indietro.

DOTT.SSA SONIA STROIA
Biologa Nutrizionista

Change privacy settings