Risparmiare in vacanza, otto consigli utili

Risparmiare in vacanza, otto consigli utili

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

SosTariffe.it stila una lista di suggerimenti da mettere in pratica prima di partire o quando si è già partiti


SosTariffe.it pubblica una lista di 8 consigli utili a risparmiare quando si è in vacanza (o si è in procinto di organizzarla). Di seguito la lista dei suggerimenti da mettere in pratica e una simulazione del possibile risparmio che si può ottenere:

Smartphone: acquistando più GB si risparmiano oltre 30 euro in due mesi. Nonostante l’estate 2017 sia un periodo dove si registra poca domanda di traffico dati, chi ha l’intenzione di usare molto lo smartphone può risparmiare aggiungendo GB al proprio pacchetto già attivato per il cellulare.

Elettricità: non lasciare in standby gli elettrodomestici comporta un risparmio in bolletta del 25%. Secondo le stime, durante un mese di assenza da casa per vacanza, lasciando frigorifero e altri apparecchi accessi, si può avere un sovrapprezzo in bolletta di oltre 130 euro.

Assicurare il viaggio: in caso di imprevisto recuperi le spese. Quando si viaggia può sempre accadere di tutto, ecco perché, stando ad un’analisi effettuata da SosTariffe, una polizza per RC viaggi può garantire un risparmio di oltre il 90% delle spese sostenute per risolvere l’evento inatteso.

Auto: tenere le gomme alla giusta pressione garantisce un risparmio sulla benzina. È buona prassi mantenere un giusto livello di pressione delle ruote dell’auto (sia che si tratti di auto propria o in affitto), per non dover utilizzare più carburante durante gli spostamenti in vacanza.

Volo: se si evita la domenica come giorno di ritorno, si può risparmiare sul biglietto aereo. Il rientro in giorni non festivi (come sabato o lunedì) diversi dalla domenica, garantisce una decurtazione sul costo del biglietto che può arrivare fino al 45%.

Soldi: prelevare o cambiare denaro direttamente all’estero fa risparmiare. Nei Paesi “non Euro” si può avere una convenienza fino al 3% sull’importo che si desidera cambiare, risparmiando inoltre 10€ circa di commissione per il cambio valuta, nel caso si opti per prelevare con Bancomat oppure cambiando contanti direttamente nel Paese dove si sta viaggiando.

Cibo: unire colazione e pranzo consente un risparmio di oltre 300 euro a famiglia. Se l’hotel non include la colazione gratuita, grazie ai brunch (unione di colazione e pranzo), ogni giorno si pagheranno 3 pasti e non più 4. Adottando questa pratica ogni giorno, in una vacanza di 7 giorni, si risparmiano circa 10€ al giorno, ovvero 70€ a vacanza. In una famiglia di cinque persone, sono 350€ “salvati” dal budget delle vacanze.

Soggiorno: scegliere l’appartamento e usare la cucina regala risparmi a tutti i vacanzieri. Potenzialmente si risparmiano tutte le spese per i pasti, optando per un appartamento per le vacanze e cucinando a casa. Secondo diversi studi le spese per i pasti nei locali sono un terzo del budget complessivo destinato alle vacanze.

Privacy Policy