Millennials: una generazione di risparmiatori amanti del fai-da-te

Millennials: una generazione di risparmiatori amanti del fai-da-te

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

I Millennials: una generazione destinata a incidere profondamente sul tessuto della nostra società e sulle sue abitudini. Non sarebbe comunque la prima volta: ogni generazione reca con sé delle rivoluzioni in termini di routine. Quando poi queste vengono allineate ad un progresso tecnologico come il nostro, ecco che i cambiamenti diventano più veloci. Chi sono i Millennials? Sono gli individui nati fra il 1980 e il 1999: soprattutto si tratta di ragazzi cresciuti o nati con il digitale, gli smartphone e Internet. Sono anche altri i dettagli che caratterizzano queste persone: non è soltanto la tecnologia a stuzzicare le loro attenzioni, ma anche il risparmio economico. Molti di loro hanno infatti attraversato in pieno le difficoltà economiche dell’ultimo decennio, da adulti: dunque hanno imparato il valore dei soldi. Non a caso, i Millennials sono anche dei grandi appassionati del fai-da-te.

Millennials e risparmio: un trend molto importante per loro

I Millennials amano mettere da parte i soldi, in vista delle spese dei prossimi mesi. Lo sostiene uno studio condotto da Pricetown Survey Research Associates: il 30% dei giovani americani under-27 ha già messo da parte abbastanza denaro da coprire i costi dei prossimi 4-5 mesi. Le differenze con i baby boomer e la generazione X sono evidenti. Inoltre, questo risparmio va di pari passo con la tecnologia: Internet, nello specifico, si pone come un canale perfetto per questa missione. Ad esempio, i Millennials consultano quotidianamente tutorial gratuiti su YouTube, per imparare a fare tutto da soli, senza dover spendere. Ma non solo: essendo amanti del digitale e non potendo farne a meno, investono volentieri nella tecnologia di ultima generazione ma risparmiano dove possono. Un esempio è la telefonia: i Millennials spendono volentieri i loro soldi per l’acquisto dell’ultimo iPhone, così come per avere una connessione wifi veloce visto che con queste due riescono a fare tutto: chiamate, videochiamate, messaggi e navigazione. Per questo la maggior parte di loro non ne vuole sapere del telefono fisso, che ormai viene considerato obsoleto e dispendioso. Non è un caso infatti che siano nate delle nuove soluzioni anche da parte dei provider; ad esempio, oggi sono disponibili piani tariffari che prevedono connessione wifi senza telefono fisso, come quelli proposti da Linkem, che sono il compromesso ideale per un Millennial: rete veloce, a un costo contenuto.

Fai da te e ristrutturazione: l’altra faccia della medaglia

Non solo tecnologia: i Millennials amano sporcarsi le mani con il fai da te e le ristrutturazioni. È il riflesso di una situazione economica che non può garantirgli stipendi da capogiro: ma è anche il frutto della volontà di avere tutto sotto controllo. D’altronde viviamo in un’era che di certo non lesina sulle informazioni, soprattutto per merito del web. Qui i Millennials trovano tutto il necessario: dalle guide su come fare il bucato risparmiando, ai video su come ristrutturare l’appartamento. Nessuno dice che sia facile ma, quando c’è la buona volontà, i ragazzi di questa generazione dimostrano di essere particolarmente propositivi. A sostegno di ciò giungono i dati raccolti da ManoMano: secondo la ricerca, infatti, oltre il 30% dei Millennials ha ristrutturato casa con il fai da te. Inoltre, anche il settore degli e-commerce conferma questa tendenza: rispetto allo scorso anno, gli acquisti sugli shop online di hobbistica da parte dei Millennials sono aumentati del +7%.

Privacy Policy