EGO International, il food&beverage italiano conquista i buyers esteri

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Il settore Food and Beverage italiano è una carta vincente sui mercati esteri: la crescita esponenziale delle vendite di alimenti e bevande Made in Italy va di pari passo alle innovazioni delle aziende agroalimentari del territorio, con investimenti di alto valore da parte dei produttori.

Una sempre maggiore consapevolezza da parte del tessuto imprenditoriale italiano, confermata anche dai dati dell’ultima annualità e dalle recensioni degli esperti di EGO International, azienda che si occupa di consulenza per l’internazionalizzazione: le opinioni parlano di dati incoraggianti, supportati da studi come quello di Intesa San Paolo.

Confermando infatti quanto riportato dai commenti di EGO International sui social e all’interno degli articoli del blog, il report evidenzia come i distretti agroalimentari italiano abbiano fatto decollare le vendite all’estero: nel terzo trimestre dello scorso anno hanno totalizzato infatti oltre 5 miliardi di euro, facendo registrare una crescita del +2,3% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Si tratta certamente di una cifra record per le esportazioni distrettuali italiane dell’agroalimentare italiano, trainato, a quanto sembra, soprattutto dalla pasta.

Le esportazioni all’estero, così come l’internazionalizzazione delle piccole e medie imprese, rappresentano ormai un passaggio obbligato per lo sviluppo e la crescita di qualsiasi azienda. Le opinioni degli export manager di EGO International parlano anche della necessità di accrescere le competenze per prepararsi ad affrontare la concorrenza globale: le recensioni del team evidenziano infatti l’importanza di approccio più strutturato basato su strategie internazionali. Il Made In Italy è certamente un punto di forza ma non è sufficiente per aumentare la competitività: secondo le opinioni del team occorre innovare e aggiornarsi sui mercati esteri più ricettivi.

Filiere di successo nell’export molisano

I progressi più significativi nell’export si registrano ancora una volta nei distretti alimentari, in particolare nel settore della pasta e dei dolci. Le recensioni di EGOInternational sottolineano la centralità dell’agroalimentare, capace di offrire ai buyers di altri paesi l’eccellenza della cultura regionale: dalle opinioni dell’azienda emerge l’importanza di prodotti come olio, pasta e vino, che continuano ad essere apprezzati in tutto il mondo.

Diverse sono le opinioni positive sulla filiera, considerata particolarmente virtuosa come elemento di riscatto per l’economia italiana: una delle recensioni di EGOInternational commenta in modo particolare sulle vendite all’estero del Molise, da tempo protagonista di buone performance nel comparto food.

Le recensioni riportate dalla società riminese parlano di un incremento pari al 70% già nel periodo compreso tra il 2008 e il 2015, che già faceva presagire l’evoluzione successiva del mercato interno. Oggi, infatti, soprattutto il settore della pasta decolla, con un giro d’affari pari a 720 milioni di euro soltanto nell’ultimo anno. Tra i marchi protagonisti, insieme a Rummo, vi è la Molisana, che ha segnato un +31% di vendite, facendo registrare un incremento della domanda pari al +20%. Sui mercati internazionali, dove la pasta La Molisana si è aggiudicata un quinto posto nel mercato domestico e una prima posizione per l’integrale, un segmento su cui si intende puntare per la crescita futura, con un maggiore assortimento di formati. Ancora una volta qualità e innovazione sono le chiavi fondamentali per il successo del Made in Italy all’estero: oggi le aziende che si apprestano a proporsi all’estero e ad esportare i propri prodotti per la prima volta oppure quelle che hanno necessità di rafforzare la loro presenza sui mercati internazionali, devono necessariamente modificare la propria politica aziendale per adattarla alle procedure tecniche e operative dell’Import-Export.

 

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui e salva il contatto!

Change privacy settings