Auto ferma: rischi e consigli utili

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Che sia per un viaggio, per malattia o altro, lasciare l’auto ferma a lungo può essere dannoso. Scopriamo cosa fare e a cosa fare attenzione


 

L’ultimo anno è stato davvero difficile a causa di alcune restrizioni pensate per cercare di contenere la diffusione del Covid-19. Rinchiusi in casa per settimane se non mesi, chi ne ha risentito di tutto questo è sicuramente la fascia di popolazione più debole, fisicamente e psicologicamente. Ma in questo articolo vogliamo affrontare un altro tema che spesso viene tralasciato, e che è invece da non trascurare: l’auto ferma.

Nonostante le numerose e urgenti regole per gli spostamenti previste dai nuovi e vecchi decreti, è capitato (e in genere può capitare) di lasciare la macchina parcheggiata in un posto auto oppure nel garage. I giorni passano, le settimane anche, i mesi non ne parliamo: per evitare brutte sorprese quando si gira di nuovo la chiave nel cruscotto è fondamentale, se non proprio essenziale, tenerla in perfetto ordine e con le dovute accortezze.

Bisogna senz’altro eseguire la manutenzione ordinaria e talvolta anche straordinaria,

controllare sempre che gli pneumatici siano gonfi, che il motore sia funzionante e molto altro. Ma non vogliamo fare troppi spoiler, perché i rischi e i suggerimenti più importanti li svisceriamo nelle prossime righe: continuate a seguirci.

Principali rischi

Alcuni forse lo sapranno già: l’elemento più delicato e a cui fare attenzione quando l’auto rimane parcheggiata a lungo è la batteria. Infatti, se viene trascurata e rimane inutilizzata per molto tempo, potrebbe subire una vera dispersione di corrente, perciò tenderà a scaricarsi. Il rischio? Semplicemente quello di non poter utilizzare di nuovo l’auto quando tornerete a riprenderla per un viaggio o per recarvi a lavoro.

Un altro punto dolente oltre la batteria va localizzato alle gomme, che dopo un lungo periodo di inattività potrebbero deformarsi o addirittura sgonfiarsi. Questo è sicuramente un vero dramma, perché potreste non accorgervi che gli pneumatici sono diventati ovali, e partire verso la vostra destinazione con un mezzo che non rispetta gli standard di sicurezza.

Ecco, questi sono i due principali rischi più importanti a cui prestare maggiore attenzione, ma non preoccupatevi troppo, perché di seguito vi diamo anche i consigli per avere una marcia in più.

Far ripartire l’auto dopo un lungo periodo di fermo

Quanti anni ha la vostra auto? Si tratta di un veicolo giovane oppure vecchio?

Ve lo stiamo chiedendo perché questo potrebbe variare l’approccio da avere quando riprenderete il volante tra le mani dopo un lungo periodo di fermo. Ma di questo se ne occuperà il vostro meccanico di fiducia, noi però non vogliamo mica lasciarvi a bocca asciutta, e anzi ecco cosa fare in questi casi.

Come visto nel paragrafo precedente, il primo sintomo è la batteria scarica. Per evitare questo inconveniente particolarmente fastidioso potreste adottare alcune misure preventive, come acquistare un buon mantenitore di carica. Si tratta di un dispositivo che si attiva e disattiva facilmente e che può aiutare a mantenere sempre alto il livello di carica della batteria. Funziona semplicemente collegandolo a una presa di corrente e attaccando i morsetti ai poli relativi. Insomma, è un metodo alla portata anche di chi non ha proprio dimestichezza con le operazioni meccaniche.

Un’altra cosa da non trascurare è l’importanza del serbatoio del carburante: è sempre meglio fare un bel pieno e unire anche un prodotto che aiuti a filtrare a dovere il composto. In questa maniera si smaltiranno eventuali sporco e residui, che si accumulano naturalmente durante il periodo di fermo dell’auto.

Inoltre, come anticipato, sarà importantissimo fare un vero e proprio esame agli pneumatici. Si sono deformati? Hanno perso aria oppure si sono completamente sgonfiati? Vanno sostituiti oppure hanno qualche ammaccatura o, peggio, qualche taglio? Insomma, le gomme sono la parte dell’auto che va a contatto con l’asfalto e che permette di guidare evitando anche di scivolare sulla strada bagnata.

Per questo motivo rappresentano un elemento importantissimo, che non può e non deve essere messo in disparte.

Infine, ecco anche alcuni accorgimenti da avere per evitare brutte sorprese quando siete obbligati a lasciare l’auto ferma per molto tempo:

  • Preferite luoghi pianeggianti, così da evitare di tirare il freno a mano: potrebbe rovinare i freni se lasciato innescato per troppo tempo;
  • Aprite il parasole e proteggete il cruscotto e i sedili dall’azione dei raggi del sole, che non solo scoloriscono ma rovinano la superficie;
  • Evitate assolutamente parcheggi troppo vicini agli alberi: potrebbero cadere rami o addirittura tutto l’arbusto.

 

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui e salva il contatto!

Change privacy settings