Smettere di fumare: consigli, prodotti e benefici nel giro di venti minuti

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Smettere di fumare non è un’impresa semplice, specialmente se parte da un circolo vizioso di abitudini che dura da anni . Eppure, i benefici sono altissimi e lo sanno anche i fumatori più incalliti. Per quanto sia estremamente complicato rinunciare ad un’abitudine così radicata, spegnere l’ultima sigaretta è un primo passo fondamentale verso uno stile di vita più sano. Esistono numerosi prodotti per aiutare chi cerca di smettere di fumare.

Cerotti, gomme da masticare, inalatori, spray, pastiglie. Tutti prodotti per nulla nocivi che possono essere reperiti facilmente in farmacia oppure via internet. Per chi ha deciso di intraprendere questo lungo ma ricompensante percorso, è bene sapere quali sono i benefici che - a breve termine - l’assenza della nicotina avrà sul proprio corpo.

I primi benefici sono visibili in brevissimo tempo, esattamente dopo appena… venti minuti! Sì, proprio così. Già dopo 20 minuti dall’ultima sigaretta si registra un abbassamento della frequenza cardiaca, che tenderà man mano a normalizzarsi. Dopo due ore oltre ad un ulteriore abbassamento della frequenza cardiaca, si registrerà una normalizzazione dei livelli pressori e i primi benefici alla circolazione del sangue. A 12 ore di distanza dall’ultima sigaretta, i livelli di monossido di carbonio diminuiscono, mentre aumentano quelli di ossigeno nel sangue.

Il monossido di carbonio viene rilasciato dal tabacco che brucia e viene inalato mentre si fuma. È una sostanza che si lega bene alle cellule del sangue. Un livello alto di monossido compromette il legame delle cellule con l’ossigeno e dà vita a problemi di natura cardiovascolare. Dopo 24 ore si abbassa il rischio di una malattia coronarica (il cui sviluppo è potenzialmente superiore del 70% per un soggetto fumatore rispetto ad un non fumatore) e il rischio di infarto. Due giorni dopo l'ormai ex fumatore recupera quasi totalmente le capacità di gusto e olfatto e dopo tre giorni si osserva un miglioramento delle funzioni polmonari.

Servono 2-8 settimane per notare cambiamenti nell’aspetto esteriore: pelle e capelli assumono un aspetto più sano, più vivace. In un arco di tempo di 1-9 mesi si riparano le ciglia polmonari, strutture che spingono il muco fuori dai polmoni. Si combattono così infezioni, si liberano i polmoni: addio alla tosse cronica ed al fiato corto. Dopo un anno si registra un ulteriore calo del rischio di malattie cardiovascolare, mentre dopo un lustro diminuisce il rischio di infarto e di malattie neoplastiche.
A 15 anni dall’ultima sigaretta, il rischio di malattia cardiovascolare, di bronchite cronica, di enfisema è pari a quello di un non fumatore: stesso discorso per il rischio di tumore. Insomma, un percorso lungo, tortuoso, ricco di ostacoli e insidie ma anche di ricompense a breve e lungo termine. Per se stessi e per i propri cari.

 

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui e salva il contatto!

Change privacy settings