A cosa serve l’ABS: principio di funzionamento, come capire cosa si è rotto e procedere alla sostituzione

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

A cosa serve.
L’ABS (AntiBlockierSystem) o sistema anti-bloccaggio è un sistema elettronico di sicurezza che evita il bloccaggio delle ruote durante le frenate, aiutando il guidatore a mantenere il controllo del veicolo. È particolarmente utile in condizioni avverse come pioggia (aiuta, in frenata, ad evitare sbandate ed aquaplaning), neve o ghiaccio (aiuta ad evitare pattinamenti in frenata), ma anche in caso di frenate a velocità sostenuta, per esempio in autostrada.
In caso di bloccaggio delle ruote, si ha una perdita di attrito che risulta in un aumento dello spazio di frenata; l’ABS evita che ci sia questa perdita di attrito portando ad una frenata più dolce, che grazie al mancato bloccaggio risulta però più efficacie.

Come funziona.
Su ogni ruota del veicolo è posto un sistema formato da una ruota dentata che gira in sincrono con la ruota del veicolo ed un sensore (un sensore di prossimità) che rileva il passaggio dei denti della ruota dentata. I dati sul passaggio dei denti vengono inviati alla centralina elettronica che calcola la velocità di rotazione della ruota ed elabora i dati con quelli provenienti dalle altre ruote. Se la centralina rileva che una o più ruote si bloccano durante la frenata, agisce sulla pompa idraulica dell’impianto frenante riducendo la pressione dell’olio, come se il guidatore alzasse il piede dal freno.
In questo modo la ruota riprende a rotolare, riguadagna attrito ed è nuovamente possibile sfruttare l’attrito per arrestare il veicolo.

abs dentro

 

Picture taken with www.motordoctor.it

Quando qualcosa si rompe.
In genere, un eventuale guasto al sistema ABS causa l’accensione della relativa spia sul cruscotto, che rimane accesa anche durante la normale marcia del veicolo. In questo caso è necessario utilizzare uno strumento diagnostico compatibile con la porta OBDII per identificare il problema e possibilmente capire il sensore di quale ruota è guasto.
Se la spia non dovesse essere accesa, eventuali dubbi su un eventuale guasto o malfunzionamento del sistema possono venire se si notano diminuite prestazioni del sistema frenante.

Capire cosa si è rotto.
Una volta stabilita la presenza di un guasto, è necessario capire quale componente è danneggiato e su quale ruota. Questo passaggio è molto rapido se il veicolo è dotato di porta OBDII e lo strumento diagnostico è stato in grado di individuare il problema. In caso contrario sarà necessario effettuare un’indagine generale e, in mancanza di difetti evidenti, procedere per tentativi sostituendo un sensore alla volta finché non si individua quello guasto.

Come procedere alla sostituzione.
Una volta individuato il sensore guasto è spesso necessario farsi strada fino ad esso rimuovendo la ruota e/o una staffa. Dopo aver liberato il sensore, è possibile scollegare il connettore e rimuovere un unico bullone che fissa il sensore all’alloggiamento, eventualmente aiutandosi con dello spray sbloccante.
Dopo aver rimosso il vecchio sensore, bisogna pulire il foro con carta vetrata e detergente e applicare poi del grasso lubrificante (che sia compatibile coi materiali in gomma) prima di installare il nuovo sensore.

A questo punto è possibile inserire il nuovo sensore applicando una lieve torsione, l’operazione dovrebbe essere piuttosto agevole; non forzate il sensore nell’alloggiamento, se fa fatica ad entrare confrontate il ricambio col pezzo difettoso per verificare che siano uguali.
Dopodiché si procede a posizionare il cavo del sensore assicurandosi che il filo sia fissato saldamente e in maniera corretta per evitare possibili danni allo stesso.
Infine, è necessario collegare il connettore del sensore a quello che arriva dalla centralina, dovreste sentire chiaramente il click dell’avvenuto aggancio. In caso contrario ripetere l’operazione.

È ora possibile resettare il codice errore e controllare che il sistema sia tornato a funzionare correttamente.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale 

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui e salva il contatto!

Change privacy settings