Xiaomi è lo smartphone più venduto in Europa

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

La crescita esponenziale avuta dal mondo della telefonia è ormai una costante


Il mondo della telefonia mobile è in continua evoluzione. Ci sembrano (e forse sono) ormai lontanissimi i tempi in cui il colosso finlandese Nokia deteneva il monopolio dei telefoni cellulari. Oggi, con la crescita esponenziale di tantissimi marchi ci troviamo dinanzi ad una situazione completamente diversa rispetto a quella registrata circa 10 anni fa. Il mondo cambia, evolve, cresce e la tecnologia continua ad avanzare, fino a portare delle straordinarie novità. Abbiamo visto connessioni velocissime, smartphone che divengono pc, qualità fotografica incredibile fino a divenire anche dei casinò portatili. Infatti, gli smartphone di oggi possono connettersi a tutti i maggiori casinò del mondo e, qui di seguito, vi lasciamo i link ai nuovi casino online in arrivo.

La crescita esponenziale avuta dal mondo della telefonia è ormai una costante. Intrecci economici, politici e geografici ci hanno portato ad assistere ad uno scontro tra le diverse case produttrici. Stati Uniti, Cina, Corea e tanti altri paesi hanno realizzato dei loro dispositivi mobili che si distinguono per alcune peculiarità. Tra queste abbiamo l’ormai ex colosso Huawei che a causa di malumori con Washington ha perso la possibilità di ospitare le applicazioni di Google e, di fatto, è stato tagliato fuori dalla corsa come miglior casa produttrice in Europa.

Al contrario, il posto di Huawei è stato preso dall’ottima Xiaomi che è divenuta la prima casa produttrice per vendite in Europa. Soltanto poche settimane fa Xiaomi aveva raggiunto il secondo posto a livello mondiale per vendite, facendo registrare un +67,1% di consegne rispetto al 2020 nel continente. Il colosso sudcoreano Samsung, nello stesso tempo, aveva invece subito un calo del 7%.

Il secondo posto al mondo conquistato da Xiaomi era arrivato a discapito della Apple che ha dovuto invece accontentarsi del terzo posto. Xiaomi, dopo lo straordinario risultato mondiale, si è però decisa a conquistare l’antico continente e, secondo un report pubblicato da Strategy Analytics, vi è riuscita. Non a caso, nel secondo trimestre del 2021 Xiaomi è divenuta per la prima volta la maggiore casa produttrice di telefoni in Europa, superando così il colosso Samsung. Le vendite del periodo preso in esame sono state eccezionali e hanno visto Xiaomi vincere per circa 700.000 dispositivi in più. Xiaomi ha infatti venduto 12,7 milioni di cellulari contro i 12 milioni di Samsung. Tali numeri, se paragonati al totale dei telefoni venduti ci portano a capire come Xiaomi abbia conquistato l’Europa con il 25,3% dei telefoni nel continente contro il 24% di Samsung. Tra i due colossi la distanza è ancora poca eppure quell’1,3% è un grande risultato.

Secondo Boris Metodiev, associate director di Strategy Analytics: "Xiaomi ha riscosso un grande successo in Russia, Ucraina, Spagna, Italia e non solo e ha trovato clienti desiderosi di acquistare la sua serie di smartphone Mi e Redmi, ricche di funzionalità e di valore. I nuovi modelli 5G della serie Galaxy stanno andando bene ma sta affrontando la crescente concorrenza di Apple nella fascia alta e quella dei fornitori cinesi (tra cui Xiaomi, ndr) nella fascia bassa e non è riuscita a sfruttare la scomparsa di Huawei in Europa".

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti 

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui e salva il contatto!

Change privacy settings