Unghie fragili? Ecco tutti i rimedi per rinforzarle

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

La fragilità delle unghie è una condizione molto diffusa in Italia, che affligge 9 donne su 10 e che porta ad una serie di inestetismi spesso forieri di problemi anche a livello psicologico. Le unghie fragili, infatti, tendono a spezzarsi di continuo, a rigarsi e a essere particolarmente permeabili, cosa che dunque ne indebolisce la struttura rendendole ancor più precarie e instabili. Quando poi la fragilità delle unghie colpisce le donne, la situazione psicologica peggiora, perché sono proprio le unghie uno dei primi aspetti che vengono analizzati, sia nel privato che sul posto di lavoro: e non poterle sfoggiare in perfetta salute, causa non pochi fastidi a livello psicologico e di autostima.

Unghie fragili: quali sono le cause?
Le cause alle quali è possibile far risalire il problema delle unghie fragili possono essere diverse. La suddetta condizione potrebbe infatti dipendere da una patologia del fegato oppure da una serie di carenze non solo vitaminiche, ma anche di altre sostanze molto importanti per il nostro corpo, come ad esempio il calcio ed il ferro, oltre ovviamente alle proteine. Inoltre, le unghie fragili potrebbero anche dipendere da malattie cutanee genetiche come la psoriasi ungueale, oppure dall’infezione di batteri e di funghi, come ad esempio accade nel caso della micosi delle unghie. Allo stesso modo, i sintomi possono essere vari: dall’aumento dello spessore alla comparsa di macchie bianche o scure, fino ad arrivare alle striature o al frequente sfaldamento della loro superficie.

Come rinforzare le unghie fragili?
Non esistono poi tanti modi per rinforzare le unghie fragili, soprattutto se alla base non si trova un organismo in forma e dunque nutrito come dovrebbe. Ecco perché l’alimentazione ha sempre una grande importanza quando si parla di questa condizione di debolezza, in quanto dovremmo preferire le verdure e la frutta ai cibi spazzatura, ricchi di olio e di grassi, potenzialmente molto nocivi per le nostre unghie. Anche la carne magra, il fegato e il pesce sono molto consigliati, per via delle proteine e di elementi come il selenio e lo zinco. È anche consigliato assumere integratori alimentari per unghie fragili come quelli di Bioscalin, che forniscono un apporto supplementare di sostanze vitali quali aminoacidi, minerali e vitamine: gli elementi maggiormente responsabili della salute delle unghie.

Curare le unghie fragili con i rimedi naturali
Premesso che il miglior modo di intervenire è a livello di alimentazione, va comunque detto che ci sono anche dei validi rimedi naturali, soprattutto ad applicazione topica, per contrastare la problematica delle unghie fragili. Ad esempio, l’olio di cocco: i grassi saturi in esso contenuto possono dimostrarsi davvero utili, perché fungono da protezione alla lamina, consentendole di poter sopportare meglio la sua debolezza congenita. Oppure, applicare delle essenze naturali come l’estratto di tea tree, noto per le sue numerose proprietà, consente di porre fine a eventuali infezioni, una delle maggiori cause scatenanti della debolezza ungueale. Infine, anche l’olio di argan e il succo di limone sono due ottimi rimedi naturali per le unghie fragili.

Change privacy settings