Dia Day, approfondimenti per la cura del diabete

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Continuiamo nei consigli pratici per pervenire e curare il diabete già iniziati nell’articolo della scorsa settima cui si rimanda per l’introduzione


 

L’importanza di seguire la terapia

FIGURA 1Le complicanze dovute al diabete possono spaventare, ma se la malattia è ben controllata tutte queste complicazioni possono essere evitate. È quindi fondamentale sia osservare un corretto stile di vita, sia assumere la terapia necessaria che molto spesso non è solo indirizzata al controllo della glicemia con i farmaci adatti, ma anche al controllo della pressione arteriosa e dei lipidi nel sangue. Osservare la terapia è fondamentale per controllare la glicemia e quindi prevenire le complicanze. È ovvio che anche osservare la terapia non è sufficiente se periodicamente non si controlla la situazione della glicemia. È oggi possibile stabilire facilmente il valore della glicemia usando un glucometro, un apparecchio che consente di misurarla anche a casa propria. Conoscere i valori della glicemia e’ fondamentale per poi mettere in atto delle azioni importanti per controllare la malattia. È evidente, infatti, che non basta misurare la glicemia se poi, avuta la risposta, non si agisce di conseguenza. A volte può essere necessario modificare la dieta, altre volte è necessario cambiare la terapia in atto, che nel frattempo potrebbe essere non più sufficiente a curare in modo appropriato il diabete.

L’impegno del paziente è fondamentale

FIGURA 2La presenza di una malattia cronica come il diabete richiede una costante partecipazione della persona che ne è affetta alla gestione della malattia. Infatti, anche se il ruolo dei professionisti è importante, il ruolo che deve avere chi ne è affetto è fondamentale. Oggi alla gestione del diabete partecipa una larga serie di professionisti: dal Medico di Medicina Generale e dallo Specialista Diabetologo, al Farmacista, dall’infermiere specializzato alla dietista e a tutta una serie di specialisti (Cardiologo, Oculista, etc.). Il ruolo della persona affetta dalla malattia cronica rimane però centrale: è infatti l’unico attore che costantemente e giornalmente può prendersi cura di se stesso. 

Consigli pratici: Alimentazione

FIGURA 3La dieta svolge un ruolo fondamentale sia nel prevenire il diabete sia nel favorire il suo miglior controllo. Studi recenti suggeriscono che la dieta mediterranea ha le migliori caratteristiche per questo scopo. È caratterizzata infatti da un elevato consumo di verdura fresca e frutta, olio d’oliva, noci, semi, cereali non raffinati, un consumo moderato di prodotti animali, principalmente grasso animale.

Recentemente lo studio PREDIMED, che ha integrato la dieta mediterranea con olio d’oliva e noci, ha dimostrato chiari benefici nella prevenzione cardiovascolare e anche nel diabete. Alcuni studi nel diabete di tipo 2 hanno mostrato effetti benefici dei germogli di broccoli, del cacao e dei pomodori. L’effetto protettivo del vino rosso, consumato moderatamente, contro la malattia cardiovascolare è stato dimostrato da molto tempo. Frutta fresca e verdura contengono nutrienti e composti che agiscono sinergicamente nel proteggere i tessuti dell’infiammazione. Le sostanze implicate, contenute in questi alimenti, sono:

  • Il sulforafano presente soprattutto nei broccoli
  • I polifenoli che si trovano in verdure, frutta, cereali non raffinati, cacao, caffè, tè, vino
  • Il resveratrolo, che si trova nell’uva e quindi nel vino, soprattutto rosso, e ha effetti benefici sull’aterosclerosi e sull’infiammazione
  • La curcumina che si trova nel curry è un potente flavonoide anti-infiammatorio
  • Le cyanidine, presenti nella frutta colore rosso-blu, negli ortaggi, nelle patate e nei cereali
  • Le teaflavine, polifenoli del tè nero.

Queste sostanze si possono anche assumere con adeguati e sicuri integratori in vendita nella nostra farmacia.

FIGURA INTERNA

Attività fisica

L’attività fisica fa bene a tutti ma ha un’importanza particolare in chi soffre di diabete perché da molti benefici:

-favorisce il benessere

-migliora il controllo del diabete

-migliora il controllo del peso

-controlla la pressione arteriosa

-aiuta a prevenire molte complicanze

Una buona camminata può essere lo sport ideale: si può fare ovunque e si tara sulle proprie capacità la soluzione ideale sarebbe arrivare a fare tre-cinque chilometri al giorno (30-60 di cammino). Con piccoli trucchi ci si può riuscire:

- parcheggia lontano;

- non usare l’ascensore;

- riscopri i mezzi pubblici;

- non fumare

FIGURA FINALE

dott. Mario Angiuli

Change privacy settings