La psoriasi può contagiare anche le unghie: i sintomi e il ruolo dell’alimentazione

La psoriasi può contagiare anche le unghie: i sintomi e il ruolo dell’alimentazione

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Una patologia molto fastidiosa, che va curata con una serie di interventi quotidiani concreti per sconfiggerla già dai primi sintomi


SALUTE&BENESSERE. La psoriasi è una patologia cronica di natura infiammatoria che può andare a colpire anche le unghie, comprese quelle dei piedi. In realtà si tratta di un disturbo molto comune, dato che spesso emerge proprio in chi soffre già di un’infiammazione psoriasica alla pelle o al cuoio capelluto. In ogni caso quello che po' sembrare un semplice disturbo passeggero, può diventare una complicazione molto fastidiosa, per una questione estetica e non solo: se la psoriasi ungueale non viene trattata potrebbe portare alla caduta dell’unghia o ad un danneggiamento definitivo. Anche in casi come l’onicolisi, ovvero quando l’unghia si distacca gradualmente, possono emergere problemi come dolore costante quando questa viene sottoposta a pressione. Senza poi considerare l’aspetto psicologico: le unghie malate infatti mostrano dei segni evidenti anche a livello estetico, e questo si riflette anche sull’auto-stima.   

Come migliorare l’aspetto delle unghie

Esistono diversi consigli utili per poter migliorare l’aspetto delle unghie malate di psoriasi. Fra i suggerimenti migliori per chi soffre di questo problema c'è quello di esporsi il più possibile al sole, perché i suoi raggi intervengono in modo positivo su tutte le forme di psoriasi, compresa quella ungueale. Poi si consiglia di tenerle curate e corte, preferibilmente utilizzando la lima al posto del tagliaunghie, il tutto per migliorare l’estetica della lamina. In secondo luogo, sarebbe il caso di usare dei detergenti appositi al posto del sapone, che siano il più naturali possibile per evitare sostanze chimiche irritanti. È bene avere cura anche delle modalità di lavaggio: meglio non sottoporre per troppo tempo le unghie all’azione dell’acqua, perché questo potrebbe favorirne la macerazione e di riflesso peggiorare le loro condizioni. Il modo migliore per contrastare la psoriasi delle unghie dei piedi e delle mani è informarsi preventivamente consultando alcuni articoli: questo permetterà di conoscere quali sono i sintomi di questo disturbo in tempo per curarlo. Infine, chi ne soffre dovrebbe sempre rivolgersi ad uno specialista come il podologo, specialmente se la lamina tende a crescere troppo in verticale.

Quanto conta il fattore alimentazione

Il fattore alimentazione svolge un ruolo molto importante per il trattamento della psoriasi: in alcuni casi una dieta sana e studiata appositamente per questo disturbo può alleviare i sintomi, e renderli meno evidenti. Questo per via della presenza di alcuni elementi molto utili, come ad esempio la vitamina D (la stessa sintetizzata grazie ai raggi solari). Non a caso sono numerosi gli studi scientifici che testimoniano il peso della dieta nel processo di controllo della psoriasi: basti pensare alla ricerca pubblicata sulla rivista Jama Dermatology, che ha avuto il merito di evidenziare l’associazione fra psoriasi e sovrappeso e su come questo sia un fattore di rischio molto grave. Esistono poi degli alimenti che vengono consigliati in questi casi, come ad esempio il pesce azzurro, per via del suo contenuto in termini di Omega 3. Anche le carote risultano utili per via del betacarotene, così come i pomodori e le bietole.

La psoriasi delle unghie è una patologia molto fastidiosa, che va curata con una serie di interventi quotidiani concreti per sconfiggerla già dai primi sintomi.

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale

Privacy Policy