Mascherine, ecco la miniguida: dove trovarle e cosa comprare

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Redazionale/ I consigli della Farmacia San Lazzaro di Isernia


I virus sono dei parassiti cioè microrganismi privi di vita autonoma e hanno bisogno di un altro essere vivente, che infettano, per moltiplicarsi e trarne un vantaggio a spese dell’ospite. Proprio la moltiplicazione (replicazione) del virus nelle cellule dell’ospite ne provoca la morte creandogli un danno biologico.

(SI FA PRESENTE CHE LE INSERZIONI PUBBLICITARIE CHE POSSONO APPARIRE ALL'INTERNO DEL TESTO NON DIPENDONO DALLA FARMACIA).

Possono stazionare come forme inattive, per tempi più o meno lunghi in ambienti e superfici corporee (contaminazione) e sono in grado di passare per contatto da un’area contaminata all’altra o ad altro organismo, oppure attraverso goccioline di saliva emesse nell’aria (aerosol o droplets) con tosse e starnuti.    

Per evitare l’infezione quindi, i modi più idonei per tutelarsi sono prioritariamente due: limitare la contaminazione con le norme che tutti conosciamo oppure proteggere le principali vie di ingresso del virus nel nostro organismo, naso, bocca e occhi, con idonei dispositivi.

I dispositivi più comuni per la protezione delle vie respiratorie sono le “mascherine “.

Le principali sono note tecnicamente con il nome di FFP, dall’inglese Filtering Face Piece, in italiano Filtranti Facciali delle Particelle e quelle più in uso sono 4,ognuna con diverse caratteristiche, con diverso grado di protezione ,in genere legato al numero e al tipo degli strati filtranti che le costituiscono, e ognuna con un preciso uso :

  1. Mascherine chirurgiche
  2. FFP1
  3. FFP2
  4. FFP3

Ogni tipo di mascherina deve possedere proprie caratteristiche tecniche, per soddisfare all’uso cui sono destinate, deve essere conforme alle normative europee (sigla EN seguita da un numero), deve avere la marcatura CE e l’indicazione del numero dell’Organismo di Controllo che ne autorizza la commercializzazione. 


MASCHERINE CHIRURGICHE

Le “mascherine chirurgiche” sono quelle conformi alla Normativa Europea EN 14683, presentano il marchio CE di autocertificazione in base ai requisiti definiti dalla Direttiva 93/42/EC e sono classificate come Dispositivi Medici di 1ª Categoria

Il loro principale utilizzo è quello di proteggere il paziente dagli agenti infettivi e di proteggere chi le indossa da spruzzi di liquidi potenzialmente contaminati. Possono anche essere destinate ad essere indossate dai pazienti e da cittadini comuni per ridurre il rischio di diffusione delle infezioni, in particolare in situazioni epidemiche o pandemiche”. La norma precisa inoltre che “una maschera facciale ad uso medico con una barriera microbica appropriata può anche essere efficace nel ridurre l’emissione di agenti infettivi da naso e dalla bocca di un portatore asintomatico o di un paziente con sintomi clinici”.

Sono considerate una prima barriera per le particelle più grosse di spruzzi o secrezioni biologiche dirette verso le mucose.

MASCHERINE FFP1, FFP2, FFP3– FFP ovvero Facciali Filtranti antiPolvere a norma Europea EN 149

Queste mascherine sono utili per la protezione da agenti biologici  aerodispersi in ambito sanitario (come per es il coronavirus ), e quindi costituiscono un valido mezzo per contribuire a ridurne l’esposizione.

Prevedono  tre classi di protezione in base all’efficienza filtrante, vale a dire

  • FFP1 facciale filtrante di classe 1
  • FFP2 facciale filtrante di classe 2
  • FFP3 facciale filtrante di classe 3

Le mascherine FFP3 sono quelle con la massima efficienza filtrante e perciò sono essenzialmente riservate agli operatori sanitari e personale ad alto rischio che assistono individui infetti o potenzialmente infetti.

 Le mascherine di classe FFP2 sono invece indicate per chi è esposto a un rischio medio-basso e utilizzate dagli operatori sanitari che assistono positivi o potenzialmente positivi. Negli Stati Uniti e in Cina sono anche note come K95 o KN95.

Le mascherine di classe FFP1 assicurano un primo livello di protezione delle vie respiratorie in ambienti polverosi comunemente utilizzate per lo più in ambienti industriali.

Le mascherine di protezione FFP1, FFP2 e FFP3 possono essere dotate di valvole: la loro presenza non ha alcun effetto sulla capacità filtrante del dispositivo ma assicura solo un maggiore comfort respiratorio.

Paradossalmente proteggono l’operatore che le indossa, ma poiché emettono all’esterno il suo respiro, possono diffondere il virus qualora egli ne fosse affetto.

Per questo motivo sconsigliamo le mascherine dotate di valvola nell’uso comune riservandolo ad ambienti professionali.

Attenzione, essere dotati di mascherine, anche le più protettive, può far abbassare la guardia e perciò ricordiamo un concetto fondamentale.

Le mascherine sono dispositivi di protezione individuali    utili per   ridurre il rischio di esposizione, quindi di infezione e malattia, tuttavia nessuna misura da sola può fornire una protezione completa nei confronti  delle infezioni.

Le mascherine devono essere considerate come una misura efficace per la protezione dell’operatore sanitario e dei cittadini solo se indossate e usate in modo appropriato e utilizzate  all’interno di un più ampio insieme d’interventi che comprenda l’uso di altri dispositivi come per es guanti ,camici ,calzari, norme igieniche, rispetto delle distanze raccomandate , controlli amministrativi e procedurali, ambientali, organizzativi e tecnici nel contesto assistenziale sanitario.

Vi è infine da esaminare una ulteriore tipologia di mascherine entrata nell’uso comune in questo periodo di emergenza, le cosiddette mascherine di tipo simil chirurgico che, come dice il nome, sono mascherine  simili a quelle chirurgiche, fatte di vario materiale, come stoffa di cotone o altri tessuti, le cui caratteristiche in via eccezionale in questo periodo di emergenza sono validate “da una autocertificazione del produttore nella quale ,sotto la propria esclusiva responsabilità, ne attesta le caratteristiche tecniche e dichiarano che i prodotti rispettano i requisiti di cui alla vigente normativa (art. 15 D.L.18/20) .


I PREZZI

Siamo consapevoli del difficile momento in cui versiamo, della difficoltà di reperire questi essenziali dispositivi di protezione, non sempre affidabili, di uso generico e fuorviante, dei loro prezzi esageratamente alti che in molti casi varcano il confine della speculazione .

Proprio per questo e mai come ora, abbiamo ritenuto di dare queste indicazioni, per una scelta consapevole e dare un segnale di solidarietà offrendoli ad prezzo contenuto e particolarmente equo  anche per consentirne l’accesso al più alto numero di persone e aziende che devono riprendere la loro attività.

Prezzi e disponibilità

1. Mascherine chirurgiche € 1.95 cad.

2. Mascherine FFP2 € 4.95 cad.

3. Mascherine FFP2 imbustate singolarmente KN95 a € 5.95 cad.

4. Mascherine tipo o simil chirurgico non in vendita

5. Pulsossimetri ( Saturimetri ) € 39.90

6. Termometri senza contatto € 89.90

7. Amuchina da litro € 7.90

8. Gel mani alcool 75° 100 ml € 3.90

9. Soluzioni igienizzanti alcool 70° 100 ml € 5.90

10. Guanti lattice conf da 100 pz senza polvere €14.90

11. Dispenser senza contatto a parete o forniti di piantana vari tipi.

 

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, invia ISCRIVIMI al numero 3288234063 e salvalo in rubrica!