Il 2020 ha segnato il boom delle farmacie online: scopriamone i vantaggi

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Nei dodici mesi intercorsi tra il gennaio del 2020 e il gennaio del 2021 c’è stato un significativo incremento nella vendita online dei prodotti farmaceutici, segno di un profondo cambiamento nelle abitudini di acquisto del nostro Paese. I dati registrati hanno dimostrato che le farmacie, intese come luogo fisico, hanno ridotto sensibilmente il loro fatturato subendo l’effetto pandemia e quelle vicino a casa o al luogo di lavoro hanno cessato di essere il punto di riferimento della clientela, per lasciare il passo ai dinamici e-shop. Su questo nuovo modello di crescita Assoram, associazione Operatori Commerciali e Logistici distribuzione primaria prodotti farmaceutici, ha dato vita ad un webinar in cui sono stati affrontati i temi riguardanti la crescita dell’e-commerce nel campo farmaceutico, come questa abbia impattato sui negozi tradizionali e sulla filiera, e come poter cogliere le nuove opportunità derivanti dal cambiamento di abitudini degli italiani. Pierluigi Petrone, presidente di Assoram, ha parlato di un rilevante momento di riflessione e di formazione sullo sviluppo di questa tipologia di vendita. Un altro spunto di dibattito è stato dato dall'intervento del Manager Director di Iqvia che si è detto preoccupato per le vendite ridotte, sia nelle farmacie che nelle strutture sanitarie, nei primi mesi del nuovo anno che sembra ricalcare la flessione avvenuta nel 2020.

Norme di legge per le vendite online dei farmaci

Per quanto riguarda gli e-shop è stato il professor Simone Guercini dell’Università degli Studi di Firenze, a dare una chiara definizione di questo canale di vendita spiegando ai partecipanti che con il termine e-commerce si fa riferimento alla compravendita che avviene mediante il canale online a prescindere dal luogo e dal momento in cui avvengono la consegna e il pagamento che possono essere fatti nel negozio fisico. In base alla normativa italiana la vendita dei farmaci per i quali c’è l’obbligo di ricetta medica non possono essere venduti sul web, differentemente da quanto accade in diversi Paesi europei come ha evidenziato Roberto Cursano, avvocato dello studio Baher&McKenzie. Secondo la legislazione del nostro Paese, infatti, possono essere venduti tramite canale telematico gli Otc e i Sop cioè i farmaci per i quali non vige l’obbligo della prescrizione, e quelli da banco. Un altro spunto di dibattito e riflessione è stato portato dall’avvocato Vanessa del Gaudio, di Assoram, che ha menzionato i punti di contatto e le differenze tra la vendita degli e-commerce e la consegna dei farmaci a domicilio. Se la dematerializzazione è un punto in comune, le definizioni e le regole che devono essere seguite hanno delle differenze.

I codici sconto per gli shop online

Cosmetici, parafarmaci, dispositivi medici, prodotti dietetici, omeopatici e di erboristeria possono essere acquistati utilizzando i codici sconto. In pochi clic si completa l’acquisto, si applica il coupon e si paga decisamente meno del prezzo usuale. Infine un chiarimento sui termini: codici promozionali, voucher, buoni sconto e codici sconto sono sinonimi che indicano la possibilità di ottenere un prezzo ridotto.

L’e-commerce Farmaè rappresenta l’esempio classico di un sito, professionale e affidabile, che ha incrementato le vendite dei suoi 39.000 prodotti mettendo al centro il cliente ed erogando per lui i codici sconto Farmaè, permettendo così un ulteriore risparmio incentivando l’acquisto online. La sua dinamicità le ha permesso di essere pronta rispetto alle nuove richieste del mercato con proposte che vanno incontro alle esigenze dei clienti sia in termini di qualità che di prezzo. Avendo ben chiaro le opportunità date dalla omnicanalità, il brand ha proposto ai clienti marchi noti nel mondo, sui quali può essere applicato il codice sconto.

Perché una crescita a doppia cifra per gli e-shop

Sono numerosi gli elementi che hanno contribuito alla crescita esponenziale e senza precedenti della vendita delle farmacie online. Se da un lato i lockdown e le misure di contenimento ma anche il timore di contagiarsi nei negozi hanno avuto un ruolo preponderante, non bisogna dimenticare che gli e-shop hanno messo in atto strategie di vendita che si sono dimostrate lungimiranti e proficue. Le offerte su molti articoli hanno fatto comprendere agli italiani che acquistare online avrebbe permesso loro di risparmiare. Gli sconti comprendono tutti i settori e vanno dai parafarmaci ai cosmetici ai dispositivi medici senza dimenticare i prodotti omeopatici. In molti casi è possibile anche avere la spedizione gratuita, alcuni articoli in omaggio e dei programmi fedeltà che permettono di ottenere sconti sugli acquisti successivi. Queste concrete possibilità di risparmio e la comodità di ricevere a casa i prodotti richiesti hanno avuto un potente alleato nei codici sconto che costituiscono una ulteriore possibilità di economizzare. I codici sconto sono emessi dal brand di riferimento, in questo caso dalla farmacia online, variano nel tempo e danno diritto ad avere una detrazione sul prezzo che cambia a seconda della percentuale di sconto prevista.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui e salva il contatto!

Change privacy settings