Ore 15.07 - 3 seggi chiusi su 23 - Schede scrutinate 4.580
Votanti 11.149; affluenza 57,50%

  Schede nulle: 0 - Schede bianche: 0 - Schede contestate 0

58,73%
Piero Castrataro - voti 2.810
41,27%
Gabriele Melogli - voti 1.970

Regionali 2018, la guerra dei galli

Valutazione attuale: 4 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella inattiva
 

brahama perniciato maglie nere fGIOVANCARMINE MANCINI: Gallo combattente Brahama. Di origini asiatiche incerte, rimasto fuori e inserito all’ultimo momento, perché cantava, cantava e cantava, questo gallo appartiene a una razza gigante, rustica e adatta a qualsiasi ambiente. Cresta a pisello, formata da tre linee dritte di piccole punte arrotondate, più alte al centro, faccia rossa di cui non se ne fa una ragione e liscia, per le dimensioni e la bellezza del piumaggio viene allevato per esposizione. Importato dapprima negli Stati Unti e poi in Europa, è diventato autoctono, in Molise, modificando notevolmente la propria forma e dimensioni e acquisendo lignaggio baronale. Dal monte Totila, dove ha messo radici fieramente sannite ma con discendenza longobarda, è l'unico gallo che non smette mai dai cantare anche quando ha fatto giorno da un pezzo. Fiero combattente, particolarmente sensibile al fascino femminile, è di quei galli che non rischia mai l'estinzione, capace com'è di ripodursi, se necessario anche per partenogesi. Da solo o accompagnato, con lui la garanzia c'è sempre: ama stare al caldo della Fiamma. 

Change privacy settings