Cosa succede in vista delle Regionali 2018?

Cosa succede in vista delle Regionali 2018?

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

L’esperto professor Sabatini risponde ai suoi affezionati lettori



“Gentile prof. Sabatini, sono Alfredo Fitzgibbons da Monacilioni (CB). Sono un ex elettore del Pci, poi Pds, poi Ds, poi Pd (ma non è la sigla del partito), attualmente voto Movimento 5 Stelle perché penso che il CAPS LOCK sia una risorsa per le nostre tastiere. Mi aiuta a orientarmi in vista delle prossime Regionali in Molise? Non ci sto capendo nulla. Grazie”.

“Carissimo Paolo,
la situazione politica in Molise sembra un Mojito rovesciato sul pavimento la sera prima: appiccicosa e non più trasparente. Da un lato ci sono i 5 Stelle che hanno deciso di candidare - non senza polemiche interne - un navigato ed esperto 33enne di Agnone, molto ben pettinato e capace di ottenere davvero parecchi clic. Dall'altro lato ci sono centrodestra e centrosinistra, ancora alla ricerca di candidati. Ma non è un caso. Secondo alcune statistiche diffuse da Amnesty International è risultato che il mestiere più rischioso al mondo è il "candidato alla carica di Governatore del centrodestra o del centrosinistra alle Regionali del Molise 2018". Precede di poco il reporter di guerra in Siria e stacca di molto il narcotrafficante in Colombia. Proprio poco fa ho ricevuto due telefonate, una dal centrodestra e una dal centrosinistra, che mi chiedevano entrambi di candidarmi con loro. Ma ho rifiutato, innanzitutto perché è pericoloso e poi perché sto in camicia, fa un freddo della madonna e soprattutto devo andare a potare l'ulivo.
Grazie e buona giornata”.


Prof. Oreste Sabatini, candidato e narcotrafficante

Privacy Policy