Se siete amanti della lentezza, con lo sguardo perso tra i paesaggi che cambiano, non potete perdervi la nostra selezione alla scoperta di angoli di paradiso e del vulcano più alto d’Europa


La linea Bari-Altamura-Matera (Puglia-Basilicata)
Partenza prevista dalla vivace Bari, il treno sfiora i confini del Parco Nazionale dell’Alta Murgia i pascoli, i boschi e le colline sinuose da cui ammirare l’ambiente circostante e la fioritura delle orchidee selvatiche in primavera. Una zona poco conosciuta tra la Puglia e la Basilicata, dove invece visitare Matera, la Città dei Sassi, nominata Capitale Europea della Cultura nel 2019.

La linea Sulmona – Isernia (Abruzzo-Molise)
Chiamata la “Transiberiana d’Italia”, il treno vi porterà in viaggio sulla Sulmona-Isernia, fino a 1260 m di altezza sul livello del mare, tra i paesaggi del Parco Nazionale della Majella e quelli dell’Alto Molise. Oltre ai treni regionali che da Sulmona, passando per Castel Di Sangro vi porteranno fino a Isernia, non perdete l’occasione di viaggiare sui treni storici in legno che, dalla primavera all’autunno, faranno tappa nei borghi storici per visite e altre piacevoli attività come il trekking e le degustazioni.

La linea Genova–Casella (Liguria)
Dalle acque del Mediterraneo fino al verde profumato degli ulivi dell’entroterra ligure. Dal mare ai monti in meno di un’ora, comodamente seduti sul treno della Ferrovia delle Tre Valli che collega Genova con Casella, in alta Valle Scrivia. Il treno attraversa nove piccoli centri storici e percorre ben tredici gallerie nel cuore dell’Appennino Ligure. Su richiesta, è possibile noleggiare l’intero convoglio e richiedere anche il servizio con le vetture storiche in occasione del vostro matrimonio o per una gita originale.

La linea Tirano-St Moritz (Italia-Svizzera)
Il “Trenino Rosso del Bernina” conosciuto anche come l’espresso più lento d’Europa, collega la città italiana di Tirano a quella svizzera di St Moritz, tra valichi, viadotti, vallate e laghi. In inverno, la neve che ricopre i paesaggi, in primavera l’esplosione dei colori e dei profumi. In estate le carrozze “cabrio” panoramiche, in autunno i colori accesi degli alberi. Ogni stagione è quella giusta!

La linea Saline Volterra-Cecina (Toscana)
Una vecchia linea con un grande passato, fonte di ispirazione per scrittori e poeti, ammaliati dai paesaggi che corrono lungo il finestrino del treno. La linea Volterra-Cecina è anche intrisa di memorie antiche, di Etruschi e Romani. Da marzo a maggio si viaggia su treni storici, con appuntamenti tematici per riportare alla memoria la linea ferroviaria e la sua storia.

La linea delle Terre di Siena (Toscana)
Un treno che ricorda un’antica locomotiva a vapore, quella su cui viaggiavano i nostri nonni. Il Trenonatura attraversa il territorio toscano nei dintorni di Siena e ci porta a scoprire il tartufo, l’olio novello e il vino Brunello facendo tappa nei borghi delle Crete Senesi. Dai borghi romantici ai paesaggi lunari, con qualche tappa gastronomica per gustare le numerose specialità locali.

La linea Brescia–Iseo (Lombardia)
Questa è la linea ferroviaria che da Brescia si addentra nel territorio della Franciacorta, nota in tutto il mondo per il vino Metodo Champenois, detto delle “Bollicine”, che da anni sfida il metodo classico dello champagne. Alle distese di vigneti, i cui colori variano dal verde smeraldo al bronzo, seguono le Torbiere, un paesaggio unico in Italia. Un Parco Naturale protetto, un paradiso per gli appassionati di birdwatching e con lunghi sentieri per passeggiare immersi nella natura. Il Lago d’Iseo, o Sebino, piccolo e incuneato tra le Prealpi, attende il viaggiatore per una giornata di completo relax.

La Circumetnea (Sicilia)
La Circumetnea, che porta da Catania a Riposto in poco più di 1 ora, corre attorno all’Etna, il vulcano più alto d’Europa, e si immergere tra le coltivazioni di vigneti che si arrampicano sulle pareti del vulcano. Nota anche come il “Treno dei vini dell’Etna, su questa linea ferroviaria, con un biglietto speciale acquistato in stazione o direttamente sul treno, potrete partecipare alla visita guidata sui vigneti che sorgono sul vulcano, ma anche a visite in cantina in un viaggio in treno che ha tutti i profumi e i sapori del sole della Sicilia.

La linea Trieste-Opicina (Friuli Venezia Giulia)
Un treno particolare, metà a trazione elettrica e metà con sistema funicolare, che merita di essere menzionato in questa nostra classifica dei 10 viaggi in treno più belli in Italia. Si parte da Piazza Oberdan, nel centro di Trieste, fino a Villa Opicina. Il percorso sembra prima sfiorare le case di Trieste per poi immergersi nella lussureggiante vegetazione che lascia intravedere improvvisi scorci di mare. Una breve sosta alla fermata Faro è consigliata a chi vuole fare delle fotografie del golfo di Trieste da un punto di vista privilegiato.

Trenino Renon (Trentino Alto-Adige)
6 km e 18 minuti di percorrenza su un trenino composto da carrozze d’epoca e carrozze moderne, tra i prati profumati di erbe dell’Altopiano del Renon, tra pascoli, boschi, casette di legno e il laghetto di Costalovara. Si parte da Collalbo fino al comune di Santa Maria Assunta, avventurandosi tra borghi di montagna e percorsi di trekking. Da non perdere la visita la Museo del Miele Plattner!

 

Luoghi ancora poco esplorati, tra parchi incontaminati, laghi incantati, grotte e saline. Un avventuroso roadtrip che riserva magnifiche sorprese


Seguiteci!

Cascata di Isola del Liri, Lazio

In provincia di Frosinone c’è una cascata meravigliosa proprio al centro della città! Tutto il centro cittadino di Isola del Liri si sviluppa su un isolotto formato dalla biforcazione del fiume Liri, che crea due cascate. In particolare la Cascata Grande, suggestiva e impetuosa, regala una vista mozzafiato e paesaggi del tutto inaspettati in un centro storico. D a visitare anche il Castello Boncompagni Viscogliosi e, a pochi km dalla città, l’Abbazia Cistercense di Casamari.

Gole di Celano, Abruzzo

Uno dei canyon più spettacolari dell’Appennino Centrale e dell’Italia intera, situato nel Parco Naturale Regionale Sirente Velino. Preparatevi ad una escursione avvincente tra la vegetazione rigogliosa, i resti di un antico convento, le sorgenti d’acqua, tra cui la bellissima Fonte degli Innamorati, e le pareti verticali altissime e ripide. Un percorso che regala emozioni indescrivibili di fronte alla magnificenza della natura.

Fumarole Sasso Pisano, Toscana

In provincia di Pisa, a Sasso Pisano, la natura offre uno spettacolo inconsueto. Dalle fratture delle rocce si espandono emissioni quasi surreali di vapore, passeggiando tra sentieri attrezzati e paesaggi che cambiano continuamente, piccoli geyser, pozze gorgoglianti, sorgenti di acque termali e rocce brulle dai colori stranissimi. Un luogo quasi irreale e per questo imperdibile!

Balze del Valdarno, Toscana

Le Balze, visibili nella zona del Valdarno, da Arezzo a Firenze, sono spettacolari formazioni naturali nate dai sedimenti depositatisi milioni di anni fa. La Natura ha fatto il resto, attraverso l’acqua, il sole e il vento, che hanno modellato le balze fino alla forma attuale. Straordinarie nelle forme e nei loro colori, dal grigio quasi azzurro al giallo ambra, le balze hanno saputo affascinare addirittura Leonardo da Vinci. Guardare la Gioconda per credere.

Rocce Rosse di Arbatax, Sardegna

A pochi km di distanza da Cala Moresca e Capo Bellavista, ad Arbatax, troverete un posto speciale: una spiaggia con un mare cristallino e maestose rocce di granito rosso, proiettate verso l'azzurro intenso del cielo. Al tramonto le rocce, con la luce del sole che scende, assumono una colorazione ancor più particolare, quasi bagnata d'oro. Uno spettacolo da godere in silenzio, voi e la Natura.

Necropoli Pantalica, Sicilia

Inserita nell’UNESCO World Heritage List, la necropoli è non solo testimonianza di storia ma anche spettacolo naturale incredibile. Siamo in Sicilia ed il posto è di quelli che non lascia indifferenti, tra sentieri scoscesi, grotte e caverne che fanno da cornice naturale alle oltre 5.000 tombe scavate nella roccia. Questa necropoli che sorge non lontano da Siracusa, nasce all’interno della Riserva naturale orientata Pantalica, Valle dell'Anapo e Torrente Cava Grande, un luogo paradisiaco che unisce alla perfezione natura e archeologia, per uno spettacolo da restare senza fiato.

Scala dei Turchi, Sicilia

La famosa Scala dei Turchi, in Sicilia, lungo la costa agrigentina, digrada dolcemente nel mare cristallino vestita di un insolito contrasto cromatico. La scogliera, dalla forma ondulata e particolare, è legata ad antiche leggende e a un passato lontano: secondo la leggenda, durante le invasioni moresche che imperversarono nel '500, i turchi (così erroneamente chiamati) approdarono nel territorio dell'odierna Realmonte inerpicandosi sulle stratificazioni di questa falesia. Uno dei paesaggi più belli d'Italia assolutamente da vedere!

Lago di Carezza, Trentino Alto Adige

Arrivati a Bolzano, percorrete qualche chilometro preparatevi a spalancare gli occhi di fronte al bellissimo lago di Carezza. Meta amata da escursionisti e appassionati di natura, grazie ai colori riflessi nella luce del sole, il lago viene chiamato anche il “lago dell’arcobaleno”. alimentato da sorgenti sotterranee, d’inverno la superficie del lago si ghiaccia e il paesaggio cambia volto, restando naturalmente bellissimo. Un gioiello incastonato come una perla in mezzo alla natura più incontaminata.

Salina di Cervia, Emilia Romagna

Inestimabile il valore storico, commerciale, naturalistico e paesaggistico della Salina di Cervia, in Emilia Romagna. Considerata un ambiente di elevatissimo interesse naturalistico e paesaggistico, oggi il Parco delle Saline di Cervia è un’area di interesse naturalistico culturale. Vi si ammirano infatti ambienti unici e panorami di incantevole fascino. Un posto davvero bellissimo, popolato da specie animali rare e protette come fenicotteri, avocette e cavalieri d’Italia, che potrete esplorare attraverso escursioni guidate a piedi, in bici o in barca elettrica.

Grotte di Bossea, Piemonte

Tra le più belle ed importanti grotte turistiche italiane, le Grotte di Bossea creano una scenografia d’eccezione che lascia a bocca aperta i visitatori. Un insieme di grotte carsiche in cui laghi sotterranei, caverne di ogni dimensione, altezze vertiginose, soffitti intagliati dalla natura, contribuiscono a creare una bellezza rara e maestosa che vi saprà conquistare. Mettetevi comodi, affidatevi ad una guida speleologica e preparatevi ad affrontare il percorso: ci ringrazierete del consiglio.

Load More
Privacy Policy