Ittierre, Camillo Colella presenta proposta d'acquisto

Ittierre, Camillo Colella presenta proposta d'acquisto

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

MONTERODUNI. Una proposta alternativa a Ikf, spuntata stamani, quasi dal nulla, e che potrebbe ribaltare il destino di Ittierre. La firma è quella di Camillo Colella, re delle acque minerali, imprenditore isernino che punta a far ripartire il polo tessile di Pettoranello investendo 10 milioni di euro e pagando 3.2 milioni per il fitto e la successiva acquisizione del ramo d'azienda esistente. "Il Gruppo Colella - si legge nella nota ufficiale della proprietà - nell'ambito di una strategia di diversificazione delle proprie attività, ha deciso di investire nella costituzione di un polo della moda, alla luce delle opportunità che il comparto riserva in questo periodo storico e considerata anche l'ubicazione strategica della sede operativa del gruppo in Molise, territorio ricco di know-how specifico nel settore tessile. In questo contesto si inserisce anche l'offerta di affitto di ramo d'azienda della Ittierre spa, con opzione di acquisto della stessa, depositata oggi presso il Tribunale di Isernia".

GUARDA LA VIDEOINTERVISTA A CAMILLO COLELLA:

La strategia posta in atto dal Gruppo Colella prevede, come spiega sempre il comunicato ufficiale, "la creazione di una newco, all'interno del Gruppo, appositamente dedicata al comparto moda che ha come obiettivi, a breve termine, l'acquisizione di un marchio di abbigliamento, la sottoscrizione di accordi di licenze nel campo dell'abbigliamento e dell'accessorio griffato e la costituzione, presso l'immobile di proprietà sito a Monteroduni (la ex Gtr, ndr) e/o, previo accordo con l'attuale proprietà dell'immobile, presso parte del sito industriale di Ittierre di Pettoranello del Molise, di due poli della moda: uno di tipo industriale, aggregando le micro e piccole imprese tessili all'interno dei propri spazi, ed uno di tipo commerciale, implementando un centro commerciale nel quale la categoria abbigliamento, attraverso l'outlet aziendale, farà da volano alle altre iniziative commerciali di privati, affittando gli spazi alle piccole e media molisane di abbigliamento, alimentare, artigianale, servizi, entarteinement, che vogliano commercializzare i propri prodotti e servizi, usufruendo di servizi amministrativi e logistici integrati".

In questa nuova avventura l'imprenditore sarà affiancato da manager qualificati della moda (su tutti Antonio Arcaro, ex manager dell'epoca d'oro di Tonino Perna, oggi a capo della Rifle) con importanti esperienze di rilievo internazionale, guardando al Molise, che guideranno la newco nella sua fase costitutiva e di sviluppo. Ancora incertezza sui numeri occupazionali. Colella, per il momento, ha preferito non sbilanciarsi. A orchestrare l'operazione, l'ex amministratore delegato di Ittierre, Giovanni Petrollini, di recente dimessosi dall'incarico. Le sue scelte, dopo l'outing di Colella, trovano una spiegazione ancora più precisa. Anche perché l'offerta di Colella sembra recepire in toto il piano concordatario predisposto proprio dall'ex ad.

Privacy Policy