Più sicurezza in città: potenziati controlli e videosorveglianza

Le telecamere presenti sul territorio saranno connesse con la sala operativa della Questura di Campobasso. Montaruli fa il punto sul trimestre estivo: “Accertamenti aumentati sia nel capoluogo (32.56%) che a Termoli (53.29%)”


di Enrico Fazio

CAMPOBASSO/TERMOLI. Aumentata e intensificata, nel corso dell’estate che volge al termine, l’attività della Polizia di Stato della Questura di Campobasso.

Questa mattina, presso la sala Rosano di Campobasso, il questore Vito Montaruli ha presentato alla stampa i dati del lavoro svolto nel trimestre giugno-agosto.

Per quanto riguarda il controllo del territorio nel periodo giugno-agosto si evidenzia un incremento del 32.56% delle persone controllate e del 25.70% dei veicoli sottoposti a controllo rispetto all’analogo arco temporale del 2022.

Anche per l’attività del Commissariato di Termoli, nello stesso periodo, si è registrato un incremento del 53.29% delle persone controllate e del 50.36% dei veicoli controllati.

Il questore Montaruli ha evidenziato come, grazie all’assegnazione di alcune risorse da parte del dipartimento della pubblica sicurezza e ad iniziative di riorganizzazione interna, si è reso possibile l’incremento dell’organico della Questura che consente attualmente l’impiego sul territorio di una seconda volante per ciascun turno di servizio.

Nelle scorse settimane, inoltre, grazie al lavoro di sinergia con il Comune di Campobasso, sempre nell’ottica di incrementare la sicurezza del territorio, è stato attivato il collegamento del sistema della video sorveglianza cittadina con la sala operativa della Questura, dove sono proiettate le immagini delle telecamere comunali, che consentiranno agli uffici preposti di svolgere le verifiche ed i controlli di competenza, nonché il controllo in tempo reale da parte della sala operativa dei punti più sensibili di Campobasso.

Per quel che concerne le misure di prevenzione, nel periodo giugno-agosto sono stati emessi complessivamente 45 provvedimenti, tra cui sette dacur, ex art. 13 bis, adottati per vietare l’accesso ad alcuni esercizi commerciali e ad aree ad essi limitrofe, nei comuni di Campobasso e di Termoli, due daspo,  12 avvisi orali, un avviso orale con prescrizione, 21 fogli di via obbligatorio con divieto di ritorno, un ammonimento, con un incremento pari a circa il 160% rispetto all’analogo trimestre del 2022, periodo nel quale, invece, sono state emesse 17 misure di prevenzione tra cui due dacur, un daspo, due avvisi orali, un avviso orale con prescrizione, 11 fogli di via obbligatorio con divieto di ritorno.

In questi primi giorni di settembre, infine, sono stati emessi dal questore di Campobasso ulteriori quattro provvedimenti di daspo ad alcuni tifosi dopo l’incontro dello scorso 27 agosto tra il Campobasso F.C. ed il Termoli Calcio 1920, valevole per la Coppa Italia Dilettanti.

Tra giugno e agosto, inoltre, sono stati rilasciati 1959 passaporti dalla Questura e dal Commissariato di Polizia di Stato di Termoli, con un incremento del 59.66% rispetto all’analogo trimestre del 2022, in cui i passaporti emessi sono stati 1227.

Sui tempi di lavorazione per il rilascio del documento, si è registrata una diminuzione dei tempi medi di lavorazione, che per il trimestre giugno-agosto 2023 si attestano in 23 giorni a partire dal momento della presentazione dell’istanza presso lo sportello passaporti a quello in cui l’utente ottiene il passaporto. Ridotto il tempo di attesa rispetto allo stesso trimestre dello scorso anno, in cui occorrevano in media 28 giorni per il rilascio, con un decremento del 17.86% dei tempi medi di lavorazione.

Oltre alla possibilità di appuntamento mediante il sistema informatizzato ‘Agenda Passaporti’, presso la Questura è prevista la possibilità di libero accesso per la presentazione dell’istanza di passaporto in due giornate a settimana (lunedì e venerdì mattina) e in una giornata a settimana (mercoledì mattina) presso il Commissariato.

Particolarmente intenso nel periodo estivo anche il lavoro svolto dall’Ufficio di Gabinetto della Questura, rivolto soprattutto alla predisposizione delle ordinanze di servizio emanate per le iniziative e manifestazioni che hanno interessato la provincia di Campobasso. I servizi di ordine pubblico disposti, che hanno coinvolto tutte le Forze di polizia territoriali, hanno consentito la regolare gestione degli eventi, alcuni dei quali anche di particolare rilievo, che si sono susseguiti nel corso della stagione estiva. Grazie anche al lavoro di analisi e pianificazione dell’Ufficio di Gabinetto, sono state infatti ben 942 le ordinanze di servizio adottate, a fronte delle 317 del medesimo periodo dello scorso, con un incremento del 197%.