HomeNotiziePOLITICA & ATTUALITA'Sanità, inaugurata la nuova Moc. Di Santo presenta il bilancio: “Partiamo dal...

Sanità, inaugurata la nuova Moc. Di Santo presenta il bilancio: “Partiamo dal territorio”

Il macchinario installato a Campobasso, al piano terra della sede Asrem di via Petrella


CAMPOBASSO. Una nuova postazione MOC (Mineralometria Ossea Computerizzata), al piano terra della sede Asrem di via Ugo Petrella a Campobasso. Questa mattina l’inaugurazione, dopo alcuni lavori di adeguamento dei locali ed il trasferimento del macchinario dall’ospedale Cardarelli nel cuore della città.

“In un’ottica di prossimità della medicina – ha da subito ribadito il direttore generale Asrem, Giovanni Di Santo – iniziamo a sentirci sempre più parte integrante del territorio, consentendo un accesso maggiormente favorevole alle cure. Ma questo è solo l’inizio. La riorganizzazione continua con attenzione e con una offerta valida e semplificata soprattutto per le persone anziane o che vivono particolari difficoltà”.

Quindi una breve visita negli spazi dove è presente il macchinario per effettuare l’esame per la valutazione dello stato di salute delle ossa, a cui è seguito un piccolo bilancio delle attività svolte dalla Direzione strategica Asrem nei primi 100 giorni di operatività.

Un lavoro intenso che ha registrato, tra tutto, stabilizzazione di personale, attivazione di procedure concorsuali, restyling di locali, attivazione del Nucleo di Valutazione degli obiettivi e del Nucleo di valutazione sull’appropriatezza prescrittiva, istituzione della commissione HTA, costituzione di una cabina di regia per l’abbattimento delle liste di attesa ed incontri con il personale medico, infermieristico e tecnico degli ospedali presenti in Molise. “Un impegno a 360° – ha aggiunto Di Santo – ma soprattutto un lavoro di squadra”.

Al suo fianco immancabili la direttrice amministrativa, Grazia Matarante ed il direttore sanitario, Bruno Carabellese, i quali si sono soffermati sui dettami del DM 77/2022 e sulla rivitalizzazione della sanità molisana.

“Lavoriamo anche con l’obiettivo di rispondere al documento che definisce modelli organizzativi, standard ed interventi previsti dalla Mission 6 del PNRR – ha spiegato Matarante – Non dimentichiamo l’importanza della telemedicina ed i vantaggi di una puntuale assistenza territoriale”

“Una buona assistenza – ha concluso Carabellese – possibile grazie alle professionalità che abbiamo a disposizione e che presto faranno parte della nostra rete”.

Più letti

‘Eva non ha mangiato la mela’, a Isernia l’evento dell’Accademia Italiana...

Il 19 aprile 2024 alle 17.45 nel foyer dell’Auditorium Unità d’Italia la presentazione del volume del professor Giovanni Ballarini ISERNIA. Sarà presentato venerdì 19 aprile...
spot_img
spot_img
spot_img