Campobasso, Emanuele Gaeta guiderà il Comando provinciale carabinieri: “Droga, criminalità organizzata e usura le piaghe da abbattere”

Campobasso, Emanuele Gaeta guiderà il Comando provinciale carabinieri: “Droga, criminalità organizzata e usura le piaghe da abbattere”

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Insediato oggi il nuovo tenente colonello, in conferenza un focus sui reati da prevenire e contrastare sul territorio



CAMPOBASSO. Ha cominciato la sua carriera nell’arma dei carabinieri proprio nel capoluogo molisano. A Campobasso, infatti, ha frequentato la scuola allievi circa 20 anni fa. Successivamente ha comandato 4 compagnie territoriali: Tuscania, Viterbo, Caserta e Anzio. Da oggi, Emanuele Gaeta è il nuovo tenente colonello del comando provinciale.

“Affronto con molto entusiasmo questo nuovo incarico –le parole di Gaeta - sono contento di tornare dove ho cominciato la mia carriera. Metterò il massimo impegno per la prevenzione dei reati che è il nostro scopo principale. La repressione è una fase successiva ma dobbiamo fare di tutto perché avvengano meno reati. Per questo aumenteremo le pattuglie e i controlli, vedrete molti più carabinieri in giro perché il controllo del territorio è la chiave principale per prevenire i reati.

Altra attività fondamentale – continua il comandante provinciale dei carabinieri – è quella di incrementare il rapporto di fiducia con le persone. I cittadini devono sapere che possono denunciare qualsiasi cosa senza pensare che sia tempo perso, tutti verranno accolti con massima serietà e impegno”.

Emanuele Gaeta ha poi analizzato il territorio concentrandosi sui reati di maggiore frequenza. “Sicuramente la piaga della droga c’è e non è da trascurare. Le sostanze stupefacenti in questa provincia sono in aumento.
Il tentativo di infiltrazione di criminalità organizzata- ha sottolineato Gaeta – persiste, considerata anche la vicinanza alla Puglia e la Campania. Non è ancora preoccupante la presenza di tale fenomeno, ma i tentativi ci sono e se riusciamo a non farli insediare è già un risultato importante. C’è anche da combattere la piaga dell’ usura, perché tale fenomeno aumenta nei territorio dove c’è crisi economica”.

Da prevenire saranno anche i reati predatori. “Sui furti e rapine il territorio è diviso –spiega Gaeta - su Campobasso e Bojano non se ne registrano tantissimi, sono più frequenti sulla zona di Termoli dove il territorio è preso d’assalto dai criminali foggiani. Cercheremo con il controllo del territorio di respingere la criminalità proveniente da fuori. Tali soggetti se vedono tante pattuglie sulle strade potrebbero evitare di commettere reati. Per questo chiederò anche un incremento del personale da avere a disposizione”.

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale 

Privacy Policy