Lupi, che botta: battuti dall’ultima e sul limite della ‘zona rossa’

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Prestazione opaca a Vibo Valentia, la squadra di Cudini prova a uscire dal torpore nella ripresa ma è beffata da due gol negli ultimi sei minuti. Un brutto colpo per la classifica rossoblù.


Doveva essere la partita del riscatto ovvero del bottino pieno: quello che in casa rossoblù mancava da tanto, un mese e mezzo esatto (3-2 a Torre del Greco contro la temibile Turris).

L’occasione era allettante perché a dispetto della lunga trasferta, c’era di fronte l’ultima in classifica, la Vibonese finora in grado di vincere solo una volta in 16 partite, più 7 pareggi per i 10 punti totali.

Mai come in questo caso, tuttavia, la partita era da prendere con le pinze da parte di Cudini e dei lupi. La formazione di Vibo Valentia non è infatti la classifica cenerentola di un girone composto da squadre notevolmente più forti. E’ invece una squadra ancora viva, che è stata in grado di fermare Taranto, Messina e Monopoli. E i lupi, purtroppo, complice una prestazione non all’altezza, se ne sono accorti.

Hanno vinto infatti i calabresi, segnando due reti negli ultimi sei minuti della sfida. Dopo un primo tempo non entusiasmante, e una ripresa appena migliore, la partita sembrava sul punto di chiudersi a reti bianche, con mezza delusione per i molisani incapaci di mordere oggi, e la magra consolazione di non aver preso gol dopo tempo immemore, arrivano i gol (subiti) e la batosta. A due dal termine, sul corto tentativo di alleggerimento della difesa rossoblù, il nuovo entrato Ciotti piazza una bella conclusione angolata che regala ai locali una gioia quasi inattesa. Sei minuti dopo è l’altro nuovo entrato Ngom a sfruttare l’occasione con gli schemi ormai saltati. Due cambi riusciti tra i locali, mentre quelli di Cudini non hanno influito sul risultato. Le sacche della bassa classifica ormai insidiano i lupi che, complici i risultati di questo pomeriggio, potrebbero per la prima volta trovarsi stasera in zona playout. Speriao di no, ovviamente.

Davanti ai soliti encomiabili e rumorosi tifosi, il Campobasso è sceso in campo con questo undici: Raccichini; Fabriani, Sbardella, Magri, Vanzan; Candellori, Bontà, Persia; De Biase, Rossetti, Liguori. Nella rirpesa dentro Emmausso, Tenkorang, e, a risultato ormai compromesso, Vitali e Parigi.

 

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui e salva il contatto!

Change privacy settings