HomeNotizieCULTURA & SPETTACOLIArte e poesia all’Auditorium, successo per la I edizione del Paci

Arte e poesia all’Auditorium, successo per la I edizione del Paci

Si è svolta domenica 15 dicembre, nella sala convegni della Provincia di Isernia, la premiazione relativa alla mostra d’arte collettiva organizzata nel foyer dell’ ‘Unità d’Italia’. Adesso si pensa di estendere il raggio d’azione della kermessa ad altri campi della produzione artistica e culturale come il cinema, il giornalismo o la moda

 

ISERNIA. Una serata dedicata all’arte e alla poesia quella del 15 dicembre scorso. In quest’occasione, nella  sala convegni della Provincia di Isernia, si è svolta la premiazione relativa alla mostra d’arte collettiva organizzata a settembre nel foyer dell’auditorium di Isernia. Volutamente chiamato Paci (Premio Auditorium Città di Isernia) per dare visibilità alla struttura che, compatibilmente con gli spazi disponibili va utilizzata, ma anche per dare visibilità ad Isernia e all’intera regione Molise. Se il Paci dovesse ripetersi negli anni successivi, e se dovesse avere sempre più successo, ciò potrebbe essere una delle condizioni per motivare in primis gli artisti della nostra regione, ma non solo, a esporre nell’auditorium e ad Isernia. La promozione dell’arte e della cultura, e di altre risorse del Molise, potrebbe incidere positivamente sul rilancio dell’economia. Alla premiazione sono intervenuti: Luigi Brasiello, sindaco di Isernia, Nico Ioffredi assessore regionale alla cultura, Mario Lombardi assessore provinciale alla cultura, Cosmo Galasso assessore comunale allo sport -turismo e cultura, Bice Antonelli presidente della prima commissione cultura,  il critico d’arte Paolo Meneghetti, il critico letterario Luigi Alfiero Medea. Durante la serata si è discusso della possibilità di rendere il Paci un appuntamento importante per la città di Isernia e di estenderlo ad altre sezioni della produzione artistica e culturale come il cinema, la moda l’architettura, il giornalismo, la musica, la scuola.  Il Paci, come bene si evince dal titolo della kermesse, si lega non tanto a questa o a quella disciplina artistica in particolare ma, in maniera indissolubile, all’auditorium  indicandolo come luogo elettivo per la promozione dell’arte e della cultura. La formula del premio, poi, potrebbe essere abbinata a uno spazio espositivo permanente, che permetterebbe di rinnovare di volta in volta le commissioni, rendendole dinamiche e stimolando la partecipazione e la voglia di misurarsi con persone sempre diverse. Si offrirebbe così la possibilità di partecipare semplicemente rispondendo a un bando, non escludendo la possibilità di invitare anche ospiti famosi. Di seguito le opere premiate. 

 

Per le opere d’arte

Primo premio della critica: Beatrice Mastrodonato con l’opera: “Amnios”

Secondo premio della critica: Mariagrazia Colasanto con l’opera: “L’Argonauta”

Menzione speciale per la pittura: Gaetano Marinelli con l’opera: “Natura Morta”

Menzione speciale per la scultura: Cosmo di Florio con l’opera: “Amanti”

Menzione speciale per la fotografia: Lorenzo Albanese con l’opera con l’opera: “E Guardo il Mondo da un Oblò”

 

Per le opere di poesia:

Primo premio della critica: Enrica Romano con la poesia: “1000 Criste”

Secondo premio della critica: Angelomaria Di Tullio con l’opera: “Donna”

 

 

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale https://bit.ly/isNews_agora

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti https://t.me/isnews_it

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui https://bit.ly/isnews_wa_iscrivimi e salva il contatto!

Più letti

Montagano omaggia Janigro, al via un grande Festival di musica

Il sindaco Tullo presenta il programma che coinvolge tanti luoghi di cultura e storia della regione. Domani sera il concerto inaugurale al teatro Savoia. E’...