I beneficiari sono le persone con disabilità grave. Agli Ambiti territoriali sociali il ruolo di soggetto attuatore


CAMPOBASSO. Sono state approvate, dalla Giunta regionale, le nuove Linee guida del Programma di attuazione del ‘Dopo di noi’.

L’Esecutivo, con propria delibera, ha anche riprogrammato le risorse residue, 559 mila euro, relative alle annualità 2016-2017-2018 per nuovi interventi a favore delle persone con disabilità grave prive del sostegno familiare, attribuendo agli Ambiti territoriali sociali il ruolo di soggetto attuatore.

Come riferisce l’Ansa, il provvedimento è stato adottato “considerato che la programmazione per le suddette annualità del fondo, caratterizzata dalla individuazione nella Regione Molise quale soggetto attuatore degli interventi, non si è dimostrata particolarmente efficace a causa della eccessiva gravosità degli impegni richiesti in capo ai beneficiari nei progetti individualizzati”.

I beneficiari degli interventi e dei servizi sono le persone con disabilità grave, comprese quelle intellettive e del neuro sviluppo, prive del sostegno familiare la cui disabilità non è conseguente al naturale invecchiamento o patologie connesse alla senilità.

L’accesso alle misure a carico del Fondo è prioritariamente garantito alle persone con disabilità grave prive del sostegno familiare che in esito alla valutazione multidimensionale necessitino con maggiore urgenza degli interventi.

Nel valutare l’urgenza si tiene conto delle limitazioni dell’autonomia, dei sostegni che la famiglia è in grado di fornire, della condizione abitativa e ambientale, nonché delle condizioni economiche della persona con disabilità e della sua famiglia. Per le persone con disabilità grave già inserite in un percorso di residenzialità extra-familiare, particolare attenzione è riservata alla rivalutazione delle caratteristiche di tali residenze e all’eventualità che tali soluzioni costituiscano barriere all’inclusione della persona con disabilità grave, facilitandone l’isolamento.