Agricoltura biologica, pagamenti fermi. Il M5s: aziende molisane a rischio

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Sui ritardi nella concessione dei contributi del Psr presentata un’interrogazione


CAMPOBASSO. Agricoltura biologica e impegni agro-climatico-ambientali, i pagamenti del Psr (annualita' 2017-2018) sono fermi e diverse aziende molisane sono a rischio.

Il gruppo del M5s alla Regione ha presentato un’interrogazione all'assessore all'Agricoltura, Nicola Cavaliere. "Dalle tante segnalazioni raccolte – la segnalazione dei pentastellati - emerge che, ad oggi, una parte consistente dei beneficiari non ha ancora ricevuto i pagamenti dovuti, nonostante nel Sistema informativo agricolo nazionale (Sian) molte pratiche siano chiuse da tempo e le relative domande risultino autorizzate".

"Le Misure 10 e 11, del valore complessivo di 32 milioni di euro – hanno aggiunto i portavoce del M5s - sono importanti perché proprio il 'biologico', come accade in altre regioni, potrebbe essere un settore trainante per l'economia molisana, invece nella nostra regione sembra avvolto da un alone di incertezza".

"Il ritardo nell'erogazione dei finanziamenti sta compromettendo il lavoro di tante aziende. In particolare gli agricoltori che hanno deciso di convertire le proprie colture da convenzionale a biologico sono obbligati ad un biennio iniziale cosiddetto 'di conversione'. Quindi - ha concluso il M5s - è importante che ricevano pagamenti certi e veloci per far fronte ai mancati ricavi derivanti da una produzione quantitativamente inferiore e ancora quotata come convenzionale".

Unisciti al gruppo Whatsapp di isNews per restare aggiornato in tempo reale su tutte le notizie del nostro quotidiano online: salva il numero 3288234063, invia ISCRIVIMI e metti "mi piace" al nostro gruppo ufficiale

Change privacy settings